Quantcast

In tribunale con i proiettili dentro la borsetta, denunciata

Fermata al metal detector una commerciante 50enne romana a cui sono state sequestrate le due munizioni

REGGIO EMILIA – Una commerciante 50enne romana, che ieri mattina stava andando in Tribunale, dato che era stata citata in un processo come parte offesa, entrando nell’edificio è stata fermata all’ingresso dagli addetti al controllo dopo che i segnali di allarme del metaldetector avevano cominciato a squillare.

Sono subito intervenuti i carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia. Nella borsa della donna, infatti, sono stati rinvenuti due proiettili inesplosi: uno marca Winchester calibro 30.06 Sprg e uno marca Cci calibro 22 modello Stiger L.R..

La donna, che ha detto ai militari che aveva trovato i proiettili per caso e poi li aveva infilati nella borsetta, è stata denunciata per porto abusivo d’arma. I carabinieri stanno indagando per capire dove li abbia realmente trovati e sul motivo per cui li aveva introdotti in tribunale.