Quantcast

I carabinieri setacciano le ex Reggiane, due espulsioni

Sono due cittadini clandestini nordafricani di nazionalita' marocchina sono stati individuati bivaccare all'interno di locali

REGGIO EMILIA – Il “cosmo” del degrado delle ex Officine Reggiane e’ stato esplorato nei giorni scorsi dai carabinieri di Reggio Emilia nel cui mirino sono finiti dai pusher agli sbandati e gli ubriachi, fino ai cosiddetti pendolari della droga, ovvero i giovani consumatori di stupefacenti che, provenienti anche da altre province, vanno a Reggio ad acquistarli nei capannoni dismessi dell’area industriale.

Un blitz in piena regola in cui sono stati impiegati militari in divisa e in borghese e unita’ cinofile. Nel fuggi-fuggi generale provocato dall’operazione. I carabinieri sono riusciti a fermare e controllare una decina di persone tutte con precedenti di Polizia. Due cittadini clandestini nordafricani di nazionalita’ marocchina sono stati individuati bivaccare all’interno di locali in assoluto degrado ed in pessime condizioni igienico sanitarie: sono stati condotti in caserma e sottoposti alle procedure di espulsione.

Un 28enne nigeriano senza fissa dimora e’ stato trovato in possesso di 5 grammi di marjuana mentre un operaio 20enne abitante a Campagnola Emilia e’ stato trovato in possesso di un grammo di cocaina. Entrambi saranno segnalati alla Prefettura come assuntori di stupefacenti. “Le attivita’ dei controlli nell’area – assicurano dal comando di corso Cairoli – proseguiranno per dare le dovute risposte alle incessanti richieste di sicurezza che giungono da piu’ parti in un’area che anni addietro rappresentava la punta di diamante dell’eccellenza reggiana”.