Fallimento Tecton, il M5S: “Grosso problema per mercato coperto”

Il consilgiere Bertucci: "La societa' "La Galleria", che lo ha ristrutturato, e' titolare di una concessione per gestirlo fino al 2050, ma e' composta alla pari al 50% da Tecton, oggi fallita, e Coopsette, gia' da tempo in liquidazione"

REGGIO EMILIA – Il fallimento di Tecton (dichiarata in liquidazione coatta amministrativa il 7 ottobre) accende una spia di allarme anche in Comune a Reggio Emilia. Dove il Movimento 5 stelle torna a denunciare il debito milionario, legato alla partita del mercato coperto, che rischia di abbattersi sull’amministrazione. Sul “macigno” incombente “sul futuro del Comune di Reggio e le sue casse” i pentastellati chiedono pertanto di convocare d’urgenza il Consiglio comunale.

In dettaglio la societa’ “La Galleria”, che ha ristrutturato il mercato ed e’ titolare di una concessione per gestirlo fino al 2050, e’ composta alla pari al 50% da Tecton, oggi fallita, e Coopsette, gia’ da tempo in liquidazione. Secondo il M5s, quindi, il contratto di project financing potrebbe essere sciolto e l’onere di rimborsare il valore delle opere effettuate sull’immobile (circa 13 milioni) potrebbe scaricarsi sull’amministrazione.

Un rischio gia’ evidenziato in passato dal M5s, come ricorda il capogruppo in sala del Tricolore Gianni Bertucci, “Dal 9 aprile avevamo sollevato, senza avere una risposta convincente da parte del sindaco Vecchi, il tema del debito milionario che rischia di ricadere sui cittadini legato al project financing del mercato coperto”. Ora, per capire “a quanto ammonta la voragine da milioni di euro che si apre nel bilancio del Comune di Reggio, chiediamo un Consiglio comunale urgente”, annuncia poi Bertucci.