Biogas, la Rubertelli: “Dov’è la grande discussione pubblica promessa da Vecchi in campagna elettorale?”

Il capogruppo di Alleanza civica attacca: “Il sindaco dà per assodata l’approvazione del progetto in sala del Tricolore senza attendere la discussione in Consiglio comunale. E’ questo che intende per ascolto?”

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “Biogas, Dov’è la grande discussione pubblica promessa da Vecchi in campagna elettorale?”. Se lo chiede Cinzia Rubertelli, capogruppo di Alleanza civica in consiglio comunale che attacca: “Il sindaco dà per assodata l’approvazione del progetto in sala del Tricolore senza attendere la discussione in Consiglio comunale. E’ questo che intende per ascolto?”.

Secondo la Rubertelli “il sindaco Vecchi ha uno strano modo d’intendere il confronto con la città. Lo avevamo già sperimentato durante il suo primo mandato. Abbiamo però sperato che Vecchi mantenesse la parola data in campagna elettorale e all’indomani della sua vittoria al secondo turno quando disse che avrebbe governato con l’intento di unire la città, non di dividerla”.

Il capogruppo di Alleanza civica fa riferminato a venerdì sera quando si è tenuta la commissione dedicata all’impianto biogas che sarà realizzato a Gavassa. Commenta: “Abbiamo assistito al solito, triste teatrino in sfregio delle regole della democrazia partecipata. Concetto spesso sbandierato a parole, ma di rado applicato. Nel corso della commissione, in una sala stracolma di cittadini e alla presenza di ben 6 agenti della Polizia municipale (il perché ci sfugge), sono state presentate le tre delibere che approderanno in Consiglio comunale. Il sindaco non si è visto, del resto la mattina stessa, nel corso di una conferenza stampa, aveva già dato per assodata l’approvazione del progetto in sala del Tricolore, senza preoccuparsi di ascoltare preventivamente i consiglieri comunale eletti dai reggiani”.

E continua: “In commissione non una parola si è sentita dai consiglieri di maggioranza che dovranno decretare l’avvio di questa opera, tante le considerazioni delle opposizioni e del comitato che hanno evidenziato le preoccupazioni per il progetto. Al sindaco queste considerazioni sembrano tuttavia non importare tanto i consiglieri di maggioranza schiacceranno il bottone in sala del Tricolore, allineandosi agli “ordini di scuderia”.

Conclude la Rubertelli: “Chi ha buona memoria, però, ricorderà le promesse di Vecchi in campagna elettorale quando rassicurò che sul nuovo impianto biogas di Gavassa avrebbe continuato ad ascoltare i cittadini, i consigli comunali, i comitati, il mondo scientifico e l’azienda. L’allora candidato sindaco promise una grande discussione pubblica in autunno sul tema. E’ questo il modo di ascoltare e discutere che intende Vecchi?”.

Più informazioni su