Aggredisce autista per scendere dove non c’è fermata del bus

E' successo in via Makallè: i carabinieri stanno cercando un immigrato che è fuggito e che dovrà rispondere di lesioni personali e interruzione di pubblico servizio

REGGIO EMILIA – Ha aggredito un autista di Seta, perché voleva scendere dove non c’era una fermata e poi è fuggito. E’ successo ieri pomeriggio intorno alle 15.30 quando i carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Reggio, su indicazione dell’operatore in servizio al 112 avvisato dalla sala operativa del 118 che stava intervenendo con un’ambulanza, sono andati in via Sani, all’incrocio con via Makallé.

Lì il conducente di un autobus di Seta era stato aggredito da un immigrato che, durante la corsa, pretendendo di scendere al di fuori della prevista fermata, al rifiuto del conducente, lo aveva aggredito colpendolo al ginocchio per poi fuggire non appena il bus si era fermato. L’autista, un 33enne reggiano, è stato curato all’Arcispedale Santa Maria Nuova e ha riportato una contusione al ginocchio.

La corsa è stata interrotta per circa mezz’ora ed è ripresa regolarmente all’arrivo di un conducente sostitutivo. Al vaglio dei carabinieri, ora, le testimonianze e soprattutto le telecamere del sistema di videosorveglianza cittadino che potrebbero presto portare all’identificazione dell’aggressore che dovrà rispondere di lesioni personali e interruzione di pubblico servizio.