Abbandona rifiuti speciali non pericolosi: imprenditore denunciato

E' un 40enne reggiano, legale rappresentante di un'azienda del comprensorio ceramico

SCANDIANO (Reggio Emilia) – Un 40enne reggiano, legale rappresentante di un’azienda del comprensorio ceramico, è stato denunciato con l’accusa di abbandono di rifiuti speciali non pericolosi. E’ accusato di aver lasciato, nei pressi dei cassonetti di rifiuti urbani in località Lambrusco a Scandiano, una fotocopiatrice laser a colori di grandi dimensioni.

I carabinieri sono risaliti all’azienda che la utilizzava grazie ad alcuni elementi presenti sulla fotocopiatrice e quindi all’imprenditore che l’aveva lasciata lì. Quest’ultimo, rintracciato dai carabinieri forestali, ha ammesso le sue responsabilità. Ha detto che aveva provato a smaltirla nell’isola ecologica, ma la fotocopiatrice non era stata accettata dato che è un rifiuto proveniente da attività commerciali ed artigianali.

Aveva quindi deciso di smaltirlo per conto suo e di abbandonarlo nella frazione di Lambrusco vicino ai cassonetti per farlo portare via dagli operatori ecologici che svuotano i cassonetti della raccolta dei rifiuti urbani. Non aveva considerato le attività di controllo in corso nella nostra provincia, da parte dei carabinieri forestali, che proprio per arginare questo fenomeno stanno intensificando i controlli, negli ultimi mesi, proprio per debellare questo fenomeno.