Via Nobili, picchia una studentessa e la manda all’ospedale

Denunciato un 31enne italiano, uno dei tanti sbandati che da anni si ubriacano e si drogano davanti al teatro Valli

REGGIO EMILIA – Una diciannovenne è stata picchiata venerdì scorso da un giovane balordo in via Nobili, nei pressi del Teatro Valli ed è finita all’ospedale. Il 31enne, un italiano, uno dei tanti sbandati che si ubriacano abitualmente in quella zona, stanziando sotto i portici del teatro, è stato rintracciato e denunciato dai carabinieri.

La violenza si è consumata venerdì, poco dopo l’uscita dalle scuole degli studenti davanti l’Istituto Chierici. Tre ragazze, che erano sedute sui muretti davanti al liceo artistico, sono state avvicinate un italiano sui trent’anni, visibilmente ubriaco dopo una mattinata passata a bere, come al solito, nei pressi del teatro Valli.

L’uomo ha iniziato ad insultare le tre giovani che hanno preferito fare finta di nulla, sperando che se ne andasse. Purtroppo il trentenne si è fatto invece sempre più minaccioso e una delle tre ragazze gli ha intimato di andarsene minacciando di chiamare i carabinieri.

Questo ha fatto evidentemente arrabbiare lo sbandato che si è scagliato all’improvviso contro una delle giovani. Un’amica 19enne si è messa in mezzo per proteggerla e ha ricevuto dall’uomo diversi schiaffi in volto e dei calci a una gamba. Il 31enne si è quindi allontanato. Le giovani hanno chiamato i carabinieri che hanno rintracciato e portato via il 31enne che poi è stato denunciato.

La 19enne è andata in ospedale dove è stata medicata: per lei, fortunatamente, solo alcuni giorni di prognosi. Resta il problema di una delle zone centrali della città che deve tollerare la presenza abituale, nei pressi del teatro, di un gruppo di persone dedite al consumo di alcol e droga. Un brutto spettacolo per l’immagine e anche per la sicurezza della città che, evidentemente, non si riesce a debellare.