Tangenziale di Rivalta, appalto opera ai primi del 2020

L'assessore Montanari e il sindaco Vecchi hanno promesso che, dopo l'ennesimo rinvio, i lavori dureranno circa un anno e quindi la Bretella sarà inaugurata entro e non oltre la fine del 2021

REGGIO EMILIA – La pubblicazione della gara d’appalto era prevista, in un primo momento, entro la primavera del 2019, poi entro la fine dell’anno. Oggi, forse, i rivaltesi hanno la data definitiva che dovrebbe essere per l’inizio dell’anno prossimo. Stiamo parlando della tangenziale di Rivalta, un progetto atteso da anni dai cittadini della popolosa e trafficatissima frazione reggiana.

L’11 settembre scorso il Comitato per le Bretelle di Rivalta ha incontrato nella frazione il sindaco Luca Vecchi, l’assessore ai Lavori Pubblici Valeria Montanari e i rappresentanti di altre associazioni rivaltesi. I due amministratori hanno comunicato che la pubblicazione della gara di appalto è prevista per l’inizio del 2020. Il successivo avvio dei lavori di realizzazione della Bretella tra il Peep e via del Buracchione sarà presumibilmente calendarizzato a metà 2020. I lavori dureranno circa un anno, quindi la Bretella sarà inaugurata entro e non oltre la fine del 2021.

Le Bretelle, come è noto, sono due, la seconda, la cui progettazione è competenza della Provincia di Reggio Emilia ma sarà comunque realizzata grazie ai finanziamenti del Comune, collegherà via del Buracchione alla Tangenziale SudEst, ed è in leggero ritardo rispetto all’iter che invece sta seguendo la Bretella tra via Repubblica e via del Buracchione.

A seguito della riunione, dunque, il Comitato per le Bretelle di Rivalta “conferma il giudizio positivo sulla collaborazione informale avviata in questi anni con il Comune”.

Scrive il Comitato: “Il nostro è stato essenzialmente un lavoro fatto di stimoli, suggerimenti e sollecitazioni del Comune, anche sulle indispensabili opere di mitigazione ambientale, oltre che di socializzazione verso i nostri concittadini, azioni rispetto alle quali gli amministratori pubblici delle due giunte Vecchi si sono posti in una posizione di ascolto e disponibilità al confronto”.

E aggiunge: “A maggior ragione ribadiamo perciò la assoluta priorità che rappresenta la realizzazione senza ulteriori ritardi di queste due opere per una frazione, Rivalta, che ogni giorno viene attraversata da 24.000 veicoli lungo le due direttrici tra Puianello e Reggio Emilia e tra il capoluogo e Montecavolo. Auspichiamo fortemente che il Comune di Reggio Emilia, e la Provincia per la parte di sua competenza, portino avanti l’iter procedurale delle due Bretelle rispettando le tempistiche che ci sono state comunicate nella riunione citata. Sarà decisivo inoltre fare in modo che la realizzazione delle due Bretelle avvenga simultaneamente, e che quindi la seconda Bretella recuperi il leggero ritardo che al momento sconta rispetto all’iter della prima”.

Conclude il Comitato: “Rivalta oggi conta oltre 7.000 abitanti, ma la sua dotazione viabilistica è rimasta ferma ai primi anni ’70, quando la frazione di abitanti ne contava 1.500. Sappiamo bene che le due Bretelle non risolveranno completamente l’annoso e drammatico problema del traffico, ma le due Bretelle ridurranno in maniera significativa il numero delle auto e degli autoarticolati che ogni giorno scorrono e stazionano sotto le finestre di via Repubblica, e miglioreranno sensibilmente la qualità della vita dei Rivaltesi.  A ciò contribuirà anche il nuovo parcheggio scambiatore previsto a fianco della SP 63 di fronte a via Conforti”.