Stazione, un arresto per droga e due daspo urbani foto

In manette un pusher 34enne italiano: allontanati due stranieri regolari

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Nell’ambito dei controlli straordinari disposti dal questore di Reggio Emilia in zona stazione – iniziati lo scorso 29 agosto e programmati fino alla fine della prossima settimana- la Polizia ha effettuato un nuovo arresto per spaccio di droga. In manette un uomo italiano di 34 anni, con numerosi precedenti specifici, che operava nel quartiere.

Gli agenti della squadra Volanti, che lo controllavano da tempo, lo hanno fermato ieri nei pressi di casa, nella zona del cimitero monumentale. La piccola quantita’ di marijuana che il 34enne aveva indosso ha giustificato una perquisizione dell’abitazione, dove sono stati trovati 795 grammi di marijuana, 375 di hascisc e contanti per 4.310 euro. L’uomo sara’ processato domani per direttissima con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel bilancio degli ultimi giorni anche l’emissione da parte del questore di due “daspo urbani” nei confronti di un nigeriano e un tunisino, entrambi in regola con il soggiorno, che esercitavano l’attivita’ di parcheggiatori abusivi nel parcheggio ex Aci. In caso di violazione del daspo, rischiano il carcere.

“Fino ad oggi – commenta il diregente della squadra Volanti di Reggio Carlo Maria Basile – non sono emerse particolari crticita’, segno che la costante presenza delle forze dell’ordine in stazione fa si’ che chi ha misure in esecuzione si sposta altrove”. Contro lo spaccio di droga, aggiunge Basile, “abbiamo scatenato una vera lotta senza quartiere”. Numerose infine le richieste e le segnalazioni dei residenti della stazione, che arrivano alla Polizia “con chiamate al 113, esposti e anche lettere anonime”.

Più informazioni su