Smog, anche a Reggio da martedì le limitazioni al traffico

I divieti in vigore dal 1° ottobre al 31 marzo. Le domeniche ecologiche saranno 22 (la prima il 6 ottobre), ma non ci saranno limiti alla circolazione per la festa di San Prospero e nelle domeniche del periodo natalizio, cioe' il 22 e 29 dicembre e il 5 gennaio

REGGIO EMILIA – Come nel resto della regione, anche a Reggio Emilia da martedi’ sara’ attivato il piano di qualita’ dell’aria che sarà in vigore fino al 31 marzo 2020. Le domeniche ecologiche saranno 22 (la prima il 6 ottobre), ma non ci saranno limiti alla circolazione per la festa di San Prospero e nelle domeniche del periodo natalizio, cioe’ il 22 e 29 dicembre e il 5 gennaio. E nemmeno l’1 novembre e il 6 gennaio, precisa il Comune. Intanto, come fatto anche a Bologna, si sta vagliando la possibilita’ di un biglietto che valga tutto il giorno per le 26 domeniche che vanno dall’1 ottobre al 31, marzo, periodo di validita’ dei limiti sul traffico.

Ma anche l’attivazione, nelle stesse domeniche, di un servizio di bike sharing Mobike con coupon giornalieri dedicati. “Allo studio ci sono azioni per implementare e agevolare l’utilizzo dei mezzi pubblici delle linee urbane e il servizio mobike nelle domeniche del periodo autunno-inverno, oltre a iniziative per sensibilizzare ulteriormente i cittadini ai temi della sostenibilita’ e dell’ambiente”, spiegano infatti il sindaco Luca Vecchi e l’assessore alle Politiche per la sostenibilita’ Carlotta Bonvicini.

Che aggiungono: “Per rendere i cittadini sempre piu’ sensibili e partecipi, prevediamo di programmare, per una buona parte delle domeniche ecologiche, eventi legati alla sostenibilita’, alla salute e ai valori dell’ambiente”. Sono confermate, invece, le misure base dal lunedi’ al venerdi’.

Che sono queste: tra le 8.30 e le 18.30 non possono circolare gli autoveicoli e i mezzi commerciali a benzina pre Euro ed Euro 1, i diesel sino alla categoria Euro 3 compresa, i ciclomotori e motocicli a due tempi pre Euro.

Dopo tre giorni consecutivi di sforamenti delle pm10, scattano le misure emergenziali. Di fatto consistono nell’estendere le limitazioni agli euro 4 diesel. E impongono l’abbassamento del riscaldamento domestico fino a un massimo di 19 gradi (con deroghe per scuole, ospedali, case di cura, sedi di attività sportive) e 17 gradi nei luoghi che ospitano attività industriali e artigianali. Per il riscaldamento domestico, poi, è vietato l’uso di biomasse legnose.

Per garantire il rispetto dei provvedimenti verranno intensificati i controlli su tutta l’area urbana da parte della Polizia municipale con sanzioni per le inadempienze fino a 500 euro. Le misure sono valide all’interno del tessuto urbano di Reggio Emilia. E’ consentita la circolazione esclusivamente sui consueti assi di attraversamento.

L’area interessata dal provvedimento

Nell’area interessata dal provvedimento e’ consentita la circolazione solo sugli assi di attraversamento: Strada statale 9 – via Emilia – direttrice Parma-Modena (via Fratelli Cervi, tratto compreso tra Gianbattista Vico e l’imbocco con la Tangenziale Nord – Strada Tangenziale Nord – Via Pasteur); Strada statale 63 – Del Cerreto (direttrice Castelnuovo Monti): via Hiroshima – via Chopin – via Inghilterra – via Martiri della Bettola (tratto compreso tra via Inghilterra e via della Repubblica).

E ancora, raccordo tra Sesso e la tangenziale: via dei Gonzaga (fino a viale Citta’ di Cutro) – viale Citta’ di Cutro – svincoli di collegamento tra viale Citta’ di Cutro e la tangenziale, direttrice Bagnolo in piano, autostrada e stazione Av: viale Trattati di Roma – via Filangeri – via Citta’ del Tricolore; direttrice Bagnolo in piano – via Morandi e tangenziale: via Gramsci – via Green – via Lincoln – via Morandi; Strada statale 467 – direttrice Reggio Emilia – Scandiano: via Vertoiba, via dell’Aeronautica, via del partigiano, via Martiri di Cervarolo (tratto compreso tra via del Partigiano e via Enrico Fermi).

Infine, Strada provinciale 28 – via Gorizia (direttrice Cavriago): via Teggi – via Gorizia (tratto compreso da via Alessandro Volta alla rotatoria dell’acquedotto con via Inghilterra – via Chopin) e tangenziale Sud-Est (da via Inghilterra a via Pasteur) e via Bocconi: viale Fornaciari – viale Salvarani – viale Piacentini – viale monsignor Cocconcelli – via Pasteur – via Bocconi. Coi corridoi si puo’ arrivare ai parcheggi di: via Fratelli Manfredi (parcheggio ex Foro Boario), piazzale Europa (via Ramazzini, parcheggio Cim), via Kennedy (intersezione con via Hiroshima-Meridiana), via Fratelli Cervi-largo Giambellino (intersezione con via Hiroshima-via Kennedy-Volo), via Inghilterra (intersezione con via Francia-Le Querce), via Amendola (via Emilia Est, piazzale Funakoshi). Come pure l’arcispedale Santa Maria Nuova.