Ritorno al futuro, così i dinosauri sostengono il Mire

Fino al 31 ottobre la raccolta fondi in tutti i punti vendita Conad di Reggio e provincia per il reparto di neonatologia dell’Arcispedale Santa Maria Nuova

REGGIO EMILIA – E’ stata presentata oggi presso il punto vendita Conad Le Vele l’iniziativa promossa da Conad “Dino&Company” che sarà attiva dal primo ottobre in tutti i punti vendita in cui opera Conad Centro Nord: Lombardia e Emilia Romagna (per le province di Piacenza, Parma e Reggio Emilia). Fino al 31 ottobre, con una spesa minima di 25 euro più un contributo di 4,50 euro si potrà avere uno dei 7 peluche rappresentanti animali preistorici: 5 sono dinosauri (tirannosauro – stegosauro – triceratopo-pteranodonte- brachiesauro) e 2 sono gli amici dell’era glaciale (mammut e tigre dai denti a sciabola).

Ci sarà una giocosa novità: con l’acquisto di tre peluche (anche in momenti diversi) il cliente potrà ricevere “In regalo” uno dei quattro Dino Puzzle in 3D (1 puzzle per ogni 3 peluche acquistati).  Per ciascun peluche saranno destinati in beneficenza 0,50 euro a favore di enti e associazioni territoriali a sostegno di sei progetti solidali rivolti per lo più ai bambini.

Per la provincia di Reggio Emilia la donazione sarà a favore dell’Associazione CuraRE Onlus, nata nel 2011 per sostenere la realizzazione del Mire, Maternità Infanzia Reggio Emilia, un nuovo edificio che sorgerà all’interno dell’Arcispedale Santa Maria Nuova e che avrà come obiettivo la tutela della salute della donna, del neonato e del bambino.

La donazione verrà utilizzata per contribuire all’acquisto di moderne “isole neonatali”, cioè postazioni di ultima generazione che contengono apparecchiature utili all’assistenza ai neonati: termoregolazione, monitoraggio dei parametri vitali, ventilazione polmonare, aspirazione delle vie aeree e strumentazioni diagnostiche destinate alle future sale parto.

Giancarlo Gargano, direttore della Neonatologia dell’Ospedale Santa Maria Nuova e membro del consiglio direttivo di Curare Onlus: “Ringrazio di cuore tutti i punti vendita Conad della provincia per l’impegno ed il sostegno a favore della Neonatologia e della Maternità dell’Ausl di Reggio Emilia, oltre che più in generale a favore del Mire. Si tratta di un gesto particolarmente significativo e lungimirante rivolto alle nuove generazioni: in questo momento di calo rilevante della natalità, il gesto assume anche un ruolo simbolico con la promozione della natalità e di una genitorialità sicura ed efficace. La scelta di quest’anno infatti si rivolge a tutti i nuovi nati della provincia di Reggio Emilia. Dopo anni di profonda medicalizzazione del parto infatti, lo sforzo oggi è quello di rendere l’evento nascita il più naturale possibile con uno sguardo rivolto alla umanizzazione e personalizzazione della cura. Come noto i primi giorni dopo la nascita sono fondamentali per la realizzazione di un valido Bonding (attaccamento) e insieme promuovere l’allattamento al seno. Per realizzare tutto ciò è indispensabile assicurare fin dalle prime ore di vita un contatto il più stretto possibile tra madre e bambino. Sovente questo si traduce, anche solo per comodità, in una condivisione del letto materno. Purtroppo ampi studi hanno dimostrato che questo comportamento non è sicuro potendosi associare a cadute accidentali e conseguenti traumi per il neonato, ed ancor peggio espone ad un aumentato rischio di “morte improvvisa” o Supc (sudden unexpected perinatal collapse). Presìdi nuovi, insieme sicuri ed confortevoli per mamma e neonato, sono costituiti da modernissime culle che si applicano al letto materno consentendo un accesso diretto al neonato per ogni suo bisogno o richiesta ed al contempo riservando al piccolo uno spazio sicuro. Grazie all’iniziativa di Conad Centro Nord, nel futuro Mire tutti i letti di degenza della maternità saranno “impreziositi” dalla presenza di queste innovative culle neonatali”.

“Conad sente sempre più l’esigenza di andare al di là della sua natura commerciale e di impegnarsi a sostegno di progetti che valorizzino il territorio e le comunità di cui facciamo parte” afferma Paola Rondanini, membro del Cda di Conad Centro Nord e continua: “Ne è una dimostrazione la collaborazione che da anni ci vede al fianco dell’Arcispedale Santa Maria Nuova, prima con il Core ed ora con il Mire e che ci vede oggi a presentare questa nuova iniziativa e a discuterne già di future. Ci auguriamo un grande successo anche per i protagonisti della preistoria di quest’anno contando sempre sulla generosità degli abitanti di Reggio Emilia”.

“Per noi è un onore avere un partner importante come Conad Centro Nord, che anche quest’anno ha deciso di aiutarci concretamente a sensibilizzare la cittadinanza al progetto Mire “ sostiene Deanna Ferretti, Presidente dell’Associazione Curare Onlus e continua: “Grazie quindi a tutti coloro che acquistando un “Dinosauro” ci sosterranno, perché solo tutti insieme si possono realizzare i sogni e oramai il Mire non è più un sogno ma realtà”.