Montecchio, calci e morsi ai carabinieri: arrestato

Manda due militari in ospedale: ventenne in manette per interruzione di pubblico servizio violenza e resistenza a pubblico ufficiale

MONTECCHIO (Reggio Emilia) – Un ventenne di Montecchio è stato arrestato ieri pomeriggio al Parco Enza per interruzione di un pubblico servizio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Verso le 14 i carabinieri di Montecchio sono intervenuti al parco Enza dove era stato segnalato un giovane che stava ostacolando le operazioni di soccorso che i sanitari del 118 stavano effettuando su un ragazzo in coma etilico. Quando ha visto i militari il giovane è andato ulteriormente in escandescenza incominciando ad offendere e minacciare di morte i carabinieri che, invano, hanno cercato di riportarlo alla calma.

Dalle parole è passato ai fatti prendendo a spallate, calci e morsi i militari che tuttavia, seppur a fatica, riuscivano a bloccare il 20enne portandolo in caserma. Lì il giovane ha continuato con la sua condotta violenta minacciando di morte i carabinieri che lo hanno arrestato. Due di loro, tra cui il comandante della stazione, sono stati costretti a ricorrere alle cure mediche al Franchini di Montecchio e sono stati medicati e dimessi con una prognosi di 10 e 7 giorni per le ferite e le contusioni provocategli dal giovane.