Minori, mamma protesta di fronte al Comune con il Tricolore

E la Rai finisce nel mirino di Lega e M5S: "A Bibbiano poco spazio"

REGGIO EMILIA – Ennesima manifestazione di protesta a Reggio Emilia sul sistema dell’affidamento dei minori, dopo i servizi sociali della val d’Enza finiti sotto inchiesta. Un po’ in sordina, e’ andata in scena questa mattina davanti al municipio in piazza Prampolini, quando una decina scarsa di persone, vigilata da almeno altrettanti agenti di Digos e Forze dell’ordine e in favore delle telecamere della trasmissione Mediaset “Fuori dal coro”, ha ascoltato l’intervento di una mamma che denuncia da tempo la sottrazione illecita della propria figlia.

La donna, salita alla ribalta delle cronache nazionali, e’ la protagonista del contestato caso di allontanamento familiare in cui, gli assistenti sociali del Comune di Reggio accompagnati da poliziotti in borghese, si erano qualificati come agenti dell’ente protezioni animali (Enpa) per entrare in casa e prelevare la minore. Le immagini dell’intervento, registrate dalle telecamere di sorveglianza interne dell’abitazione erano state poi trasmesse da “Chi l’ha visto?”, mentre l’ex ministro Matteo Salvini aveva erroneamente collocato il discusso episodio a Bibbiano, quando invece si e’ verificato nel Comune capoluogo. La mamma ha raccontato la sua storia, con in mano la bandiera tricolore.

Sull’inchiesta “Angeli e Demoni”, intanto, si continua a dare battaglia anche in Parlamento e ora due interrogazioni presentate alla Camera, tirano in ballo anche la Rai. Il deputato leghista Paolo Tiramani si rivolge alla societa’ chiedendo di conoscere, in dettaglio, “il tempo e lo spazio” dedicato alle vicende di Bibbiano nei telegiornali e nella programmazione delle reti pubbliche. Sulla stessa linea la deputata del M5s Carmen di Lauro, secondo cui “i fatti avvenuti sono veramente allarmanti e impongono, a mio avviso, un preciso dovere di informazione al pubblico sull’accaduto”.

Tuttavia, rileva la pentastellata, “non sembra che la copertura mediatica offerta dalla Rai al caso sia stata adeguata in termini di tempo e di analisi, nonostante il palinsesto sia ricco di programmi di approfondimento ed abbia telegiornali con un vasto seguito tra il pubblico”. Anche Di Lauro chiede pertanto “quanto tempo e’ stato dedicato nella programmazione delle reti Rai, con indicazione delle fasce orarie, dei programmi di approfondimento e dei telegiornali”. La risposta ai parlamentari, correlata dal lungo elenco dei servizi andati in onda e’ arrivata ieri in commissione di vigilanza.

“La vicenda di cronaca avvenuta a Bibbiano e’ stata trattata dalla Rai nella sua complessita’ sia nei programmi di rete che all’interno delle diverse edizioni e rubriche dei telegiornali, sia nazionali che regionali”. In quest’ambito “decine- viene precisato- sono stati i servizi inviati alle testate nazionali in questo mese (lo scorso luglio, ndr)”.

Inoltre Luca Ponzi, giornalista della Rai Emilia-Romagna “che per primo ha raccontato i dettagli dell’inchiesta, ha partecipato a trasmissioni Rai per spiegarne i contenuti”.