Interpump compra Reggiana Riduttori per 125 milioni di euro

L'azienda di S. Ilario ha ceduto quasi 4 milioni di sue azioni e ha versato un conguaglio di 125 milioni di euro

REGGIO EMILIA – Interpump Group ha acquisito l’intero capitale di Reggiana Riduttori con uno scambio azionario in cui Interpump cederà 3 milioni e 800mila azioni ordinarie al prezzo ufficiale di venerdì 20 settembre pari a 28,74 euro (circa 109 milioni di euro, ndr), oltre ad un conguaglio da calcolarsi facendo riferimento all’Enterprise Value. Il tutto per un valore complessivo di 125 milioni di euro.

L’operazione, il cui closing è previsto entro la fine del 2019 ed è subordinata all’esito positivo delle procedure di due diligence, costituirà un radicale ampliamento di orizzonte delle attività del settore trasmissioni di Interpump, già leader mondiale nella produzione di prese di forza (PTO) per l’oleodinamica mobile.

L’inggner Giannicola Albarelli continuerà a ricoprire la carica di presidente e Ad di Reggiana Riduttori, anche nella sua nuova veste di socio di Interpump Group. Il presidente di Interpump Fulvio Montipò ha commentato: “Reggiana Riduttori è un’altra perla di eccellenza che arricchisce il nostro gruppo. Oltre ad accrescere e diversificare significativamente la nostra attività nelle trasmissioni di potenza, opera in settori e mercati in cui siamo già presenti con altri prodotti, con straordinarie opportunità di sinergie sia tecniche che commerciali”

Reggiana Riduttori, con sede in Italia a San Polo d’Enza (RE) e le sue 9 filiali estere (Australia, Brasile, Canada, Cina, Francia, India, Olanda, Slovacchia, USA), è uno dei leader mondiali nella progettazione e costruzione di sistemi per la trasmissione di potenza: riduttori epicicloidali, motoriduttori e ruote motrici. I principali settori di applicazione sono: industriale, agro-forestale, movimentazione, sollevamento, marino/offshore, mining, green-wind.

L’azienda ha dichiarato per l’esercizio 2018 un fatturato consolidato pari a 88 milioni di euro, con un Ebitda pari al 20% del fatturato. I dati al 31 luglio 2019 evidenziano una crescita organica nell’intorno dell’8%.nNella giornata del 26 settembre prossimo è prevista una conference call riservata ad analisti finanziari e investitori istituzionali.