Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Governo, nominati i sottosegretari: ecco chi sono

Buffagni viceministro al Mise Misiani e Castelli al Mef. Sono 21 M5s, 18 Pd, 2 Leu, 1 Maie: 14 sono donne. Il Movimento conserva una maggioranza di sottosegretari e anche di viceministri: ne avrà 6, mentre quattro saranno del Partito democratico. Agli Esteri Sereni e Del Re, Mauri e Crimi all'Interno

REGGIO EMILIA – Sono 42 i sottosegretari del governo Conte. Sono 21 i sottosegretari M5s, 18 i Dem, 2 i rappresentanti di Leu, 1 del Maie. Il Movimento conserva dunque una maggioranza di sottosegretari e anche di viceministri: ne avrà 6, mentre quattro saranno del Partito democratico.

Dei 42 sottosegretari, 14 sono donne. Anche tra i ministri le donne sono solo 7 su 22. Il dicastero più “rosa” sarà il Mise, con tre sottosegretarie (Alessandra Todde, Mirella Liuzzi e Alessia Morani). Due sottosegretari donna li avrà la Cultura (Anna Laura Orrico e Lorenza Bonaccorsi), l’Istruzione (Lucia Azzolina e Anna Ascani, che sarà viceministro) e il Mef (Cecilia Guerra e Laura Castelli, confermata viceministro).

Simona Malpezzi sarà ai Rapporti con il Parlamento, Laura Agea alle Politiche Ue, Marina Sereni, sarà viceministro degli Esteri, Francesca Puglisi al Lavoro e Sandra Zampa alla Salute.

Tutti i sottosegretari e i viceministri
Sottosegretari alla Presidenza consiglio dei ministri sono Mario Turco (M5s) a cui va la delega alla Programmazione Economica e Investimenti, e Andrea Martella (Pd), che ottiene la delega all’Editoria. Ai Rapporti con il Parlamento vanno i sottosegretari Gianluca Castaldi (M5s) e Simona Malpezzi (Pd). Agli Affari Europei Laura Agea (M5s).

Agli Esteri i viceministri Emanuela Del Re (M5s) e Marina Sereni (Pd) e i sottosegretari Manlio Di Stefano (M5s), Ivan Scalfarotto (Pd), Riccardo Merlo (Maie). All’Interno, i viceministri Vito Crimi (M5s) e Matteo Mauri (Pd), con i sottosegretari Carlo Sibilia (M5s) e Achille Variati (Pd). Alla Giustizia vanno i sottosegretari Vittorio Ferraresi (M5s) e Andrea Giorgis (Pd).

Alla Difesa, i sottosegretari Angelo Tofalo (M5s) e Giulio Calvisi (Pd). All’Economia vanno i viceministri Laura Castelli (M5s) e Antonio Misani (Pd), con i sottosegretari Alessio Villarosa (M5s), Pierpaolo Baretta (Pd) e Cecilia Guerra (Leu). Al Mise va il viceministro Stefano Buffagni (M5s) e i sottosegretari Alessandra Todde (M5s), Mirella Liuzzi (M5s), Gianpaolo Manzella (Pd), Alessia Morani (Pd). Alle Politiche agricole va il sottosegretario Giuseppe L’Abbate (M5s).

All’Ambiente il sottosegretario Roberto Morassut (Pd). Alle Infrastrutture e Trasporti va il viceministro Giancarlo Cancelleri (M5s), e i sottosegretari Roberto Traversi e Salvatore Margiotta (Pd). Al Lavoro vanno i sottosegretari Stanislao Di Piazza (M5s) e Francesca Puglisi (Pd). All’Istruzione la viceministra Anna Ascani (Pd), e i sottosegretari Lucia Azzolina (M5s) e Giuseppe De Cristofaro (M5s).

Alla Cultura vanno le viceministre Anna Laura Orrico (M5s) e Lorenza Bonaccorsi. Alla Salute il vice ministro Pierpaolo Sileri (M5s) e la sottosegretaria Sandra Zampa (Pd).