Ex Reggiane e Santa Croce, al via quattro nuovi cantieri fotogallery video

Stu Reggiane spa ha espletato le gare di appalto e assegnato i lavori in luglio, ora i cantieri entrano nel vivo. Il quadro economico totale delle quattro opere è di circa 11.769.886 euro finanziato con risorse pubbliche e private; la superficie riqualificata è in totale di 102.820 metri quadrati

REGGIO EMILIA – Dopo le gare d’appalto e l’aggiudicazione dei lavori da parte della Società di trasformazione urbana Reggiane spa, sono aperti i cantieri per la riqualificazione, nell’ambito del Pru Reggiane-Santa Croce, di quattro importanti beni.

Parco Innovazione

Il Capannone 17, ulteriore costola del Parco Innovazione, e tre spazi urbani pubblici, viale Ramazzini ovest con la riapertura del passaggio a livello e altre opere di riqualificazione stradale nelle vie Talami, Gioia, Veneri sud, viale Ramazzini est (cosiddetto Ramazzini storico) ora intercluso nell’Area Reggiane e destinato ad essere riaperto e a riottenere la funzione di viale di accesso alle Reggiane, e quindi al Parco Innovazione, al quartiere Santa Croce, alla stazione ferroviaria centrale e al parcheggio di interscambio della mobilità Cim. Infine il secondo stralcio di riqualificazione di piazzale Europa.

Il quadro economico degli interventi ha un valore complessivo di circa 11.769.886 euro, con finanziamenti pubblici e privati, gestiti dalla stessa Stu Reggiane spa, quale soggetto attuatore, società partecipata per il 70% dal Comune di Reggio Emilia e per il 30% da Iren Smart Solutions spa.

La superficie territoriale oggetto di intervento di riqualificazione con i quattro interventi è in totale di circa 102.820 metri quadrati.

Da sinistra l'architetto Andrea Oliva, il sindaco Luca Vecchi, Giulio Santagata e il vicesindaco Alex Pratissoli
Parco Innovazione

Il sindaco Vecchi: “Impegno massiccio che si concluderà a fine 2020, inizi 2021”
Ha detto il sindaco Vecchi: “E’ un impegno massiccio, di circa 12 milioni di euro, con risorse pubbliche e private, che si concluderà complessivamente a fine 2020, inizi 2021. E’ veramente il caso di dire che una nuova città sta nascendo, qui dedicata alla ricerca e università, al mondo del lavoro e dell’impresa, alla musica e allo sport, alla qualità urbana e alla vita del quartiere. E con essa nuovi servizi: aumentano i frequentatori e i lavoratori stanno tornando nell’Area Reggiane, al punto che il ‘Pause’ nel vicino Centro internazionale Malaguzzi si sta a sua volta ampliando per aumentare la propria offerta di ristorazione”.

Alla conferenza stampa e alla visita ai cantieri hanno partecipato anche il vicesindaco con delega alla Rigenerazione urbana e all’Arra vasta Alex Pratissoli, il presidente di Stu Reggiane spa Giulio Santagata, il direttore dell’Area competitività e innovazione del Comune di Reggio Emilia Massimo Magnani e l’architetto Andrea Oliva, progettista dell’intervento di riqualificazione del Capannone 17, che hanno presentato i diversi passaggi di questa fase di lavori.

Riapertura del passaggio a livello di viale Ramazzini Ovest
L’intervento prevede la realizzazione del primo stralcio di riqualificazione e rifunzionalizzazione di viale Ramazzini ovest, via Gioia, via Veneri sud, via Talami, comprendente il viale Ramazzini nel tratto dal sottopasso ciclo-pedonale alla ferrovia Reggio-Guastalla, l’incrocio con via Bligny e via Gioia. Esso è finanziato dal Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei Comuni capoluogo di provincia (L. 28/12/2015 n° 208 – Cosiddetto Bando aree urbane e periferie).

Viale Ramazzini riaperta al traffico
Parco Innovazione

Riapertura del braccio storico di viale Ramazzini Est
L’area oggetto dell’intervento di riqualificazione e riapertura di viale Ramazzini est (asse stradale oggi intercluso nell’Area Reggiane, detto anche ‘braccio storico’ del viale) è nella parte nord del comparto Reggiane, collega viale dell’Aeronautica a via Cassala, piazzale Europa e prosegue innestandosi con viale Ramazzini ovest. Il progetto prevede essenzialmente opere di carattere stradale e alcune sistemazioni complementari. L’asse è orientato est-ovest.

La posizione di questo tratto stradale non utilizzato è strategica perché, oltre ad attraversare il settore baricentrico dell’Area Reggiane, è collegato alle arterie stradali di accesso alla città (Tangenziale nord, viale dell’Aeronautica e del Partigiano) e al Centro di interscambio della mobilità (Cim). E’ un asse fondamentale per lo sviluppo dell’Area Reggiane e per il potenziamento del sistema della mobilità.

Il progetto propone due corsie, una per ciascun senso di marcia, divise da una fascia di rispetto che dissuada dai sorpassi e agevoli gli attraversamenti pedonali. La soluzione individuata propone su entrambi i lati una bikelane per rendere il percorso facilmente ciclabile, soprattutto nell’ottica degli sviluppi dell’Arena Campovolo e permettere una percorribilità est-ovest agevole.

La riapertura del braccio storico di viale Ramazzini
Parco Innovazione

Piazzale Europa-secondo stralcio
Il progetto di riqualificazione di piazzale Europa è stato suddiviso in due stralci funzionali, coerenti con il programma di realizzazione dell’intera opera. Il primo stralcio, ultimato, si estende su un’area di circa 26.348 metri quadrati; il secondo stralcio, oggetto dell’appalto da poco assegnato, si estende su un’area circa 13.678 metri quadrati.

Il progetto prevede la manutenzione straordinaria e la riqualificazione del parcheggio a raso, la revisione della mobilità e la definizione degli spazi pubblici con opere connesse dedicate alla pratica sportiva. In particolare, il progetto esecutivo del secondo stralcio prevede il completamento del parcheggio a raso per 34 posti auto, opere viabilistiche, la creazione di aree pubbliche integrate ad un sistema di verde urbano e percorsi ciclo-pedonali.

Verrà completato l’asse ciclo-pedonale nord-sud principale, che collega l’area prospiciente il Centro internazionale Loris Malaguzzi con la stazione storica delle Ferrovie dello Stato. L’attuale sottopasso verrà prolungato al di sotto degli attuali binari e si congiungerà direttamente con lo spazio pubblico dell’asse ciclo-pedonale; l’uscita del sottopasso ciclabile verrà ampliata. Nell’area in prossimità dei binari verrà realizzato un ampio declivio che accoglierà le rampe ciclo-pedonali di raccordo tra il sottopasso ciclabile esistente e l’asse principale nord-sud.

Il secondo stralcio di piazzale Europa
Parco Innovazione

Un’ampia scalinata collegherà lo stesso sottopasso alla zona prospiciente il Capannone 15, alberi saranno piantati in questa zona a est del piazzale. La scalinata fungerà da “foyer” di ingresso al Capannone 15, destinato a sua volta a riqualificazione. Sull’asse ciclo-pedonale è prevista la realizzazione di un pergolato metallico per creare una zona d’ombra lungo il percorso. In prossimità degli spazi destinati all’attività sportiva, è prevista una struttura in cemento armato a vista, che funge da ulteriore pensilina e zona d’ombra. La zona cosiddetta playground si compone di due parti: campi da basket e lo skatepark.

Riqualificazione del Capannone 17
Questo progetto prevede il recupero del Capannone 17 delle Reggiane e la valorizzazione della struttura industriale esistente, intesa come pregevole testimonianza della memoria storica del contesto, e la sua riqualificazione allo scopo di accogliere – nell’ambito del Parco Innovazione di Reggio Emilia – nella struttura centri di ricerca, start-up e spin-off d’impresa, nuove realtà produttive provenienti dal territorio provinciale e dall’area vasta, attività legate al terziario avanzato, alla cultura e ai servizi.

L’opera è previsto venga realizzata secondo criteri di sostenibilità ambientale, flessibilità ed efficienza energetica, secondo configurazioni strettamente commisurate alle esigenze delle aziende che verranno ad insediarsi. Sono già completati i lavori di bonifica (rimozione e smaltimento) delle coperture in cemento amianto della totalità degli edifici interni al comparto. E completata la realizzazione di un Parcheggio temporaneo.

Il capannone 17
Parco Innovazione

Ulteriori interventi previsti dal programma di rigenerazione urbana
Via Flavio Gioia 4: Il fabbricato che ospitava il Mangimificio Caffarri sarà reso adatto ad ospitare le attività di Remida – Centro di riciclaggio creativo. L’avvio dei lavori, per un importo di 596.068 euro, è previsto per marzo 2020 e si presume che l’intervento possa terminare entro l’anno;

Via Flavio Gioia 24: l’intervento prevede di ridare vita all’edificio in ottica di flessibilità e temporaneità del riuso, adattando lo spazio ad accogliere funzioni sportive, teatrali e delle arti.I lavori da assegnare ammontano a 916.857 euro, con inizio previsto a marzo 2020 e durata di circa un anno.

Pista sportiva in via Flavio Gioia 24
Parco Innovazione

Capannone 15A Area Reggiane: la riqualificazione del Capannone 15A delle Reggiane, disposto lungo la ferrovia, con la grande scritta gialla “Reggiane”, è prevista tra gennaio e settembre 2020, per circa 695.000 euro, riguardanti la messa in sicurezza e il consolidamento dell’edificio da destinare ad attività per il pubblico.

Capannoni 15B/C Area Reggiane: i capannoni 15B e C, sistemati perpendicolarmente al primo, formando una cortina continua a est del Parco Innovazione. Saranno oggetto di riqualificazione architettonica e funzionale ed ospiteranno nuove aziende e servizi alle imprese e alle persone. L’intervento, previsto da gennaio 2020, per un importo complessivo di circa 7.900.000 euro, riguarderà la riqualificazione dell’edificio a partire dalla bonifica dei suoli sino alla creazione di una grande area verde.