Brumbrum inaugura la nuova Factory di Reggio Emilia foto

Un'area di oltre 50.000 mq, per una capacità produttiva futura di ben 1.200 vetture al mese. Realizzata con un investimento di circa 4 milioni di euro, al momento impiega già 40 persone, ma si arrivera a 150 dipendenti

REGGIO EMILIA – Brumbrum, il primo rivenditore diretto di auto online d’Italia  che opera sul sito www.brumbrum.it, ha inaugurato a Reggio Emilia la nuova Factory per la riqualificazione di vetture usate. Alla cerimonia hanno presenziato, tra i vari ospiti, Fabio Storchi, presidente Unindustria Reggio Emilia, il sindaco Luca Vecchi e Giammaria Manghi, sottosegretario alla Presidenza della Regione Emilia-Romagna.

A due passi dalla stazione dell’Alta Velocità Mediopadana di Reggio Emilia, si tratta di uno stabilimento all’avanguardia e dalle tecnologie innovative, per avere il massimo standard qualitativo, ambientale e di sicurezza. Questo consentirà all’azienda di aumentare notevolmente la propria capacità produttiva: il nuovo polo sarà in grado, una volta a regime, di mettere in vendita 1.200 auto al mese. L’impianto si estende su una superficie di 50.000 mq, suddivisi tra area produttiva, zona di stoccaggio, uffici e spazi commerciali.

Racconta Francesco Banfi, amministratore delegato di Brumbrum e reggiano di nascita: “Brumbrum non è una concessionaria e non è un’enorme officina. E’ una società di tecnologia che ha ricostruito un processo industriale, quello delle riparazioni auto, all’interno di una Fabbrica 4.0 per poter crescere in maniera rapida, con lo scopo di vendere sempre più auto online. Grazie a questo nuovo stabilimento portiamo nel territorio lavoro, tecnologie innovative e nuove competenze”. Prosegue Francesco: “Voglio ringraziare gli investitori e i nostri partner industriali che hanno creduto in un business nuovo e ci hanno dato fiducia”.

Grazie a un investimento di 4 milioni di euro, lo stabilimento è entrato in funzione a settembre 2019 per essere a pieno regime a inizio 2020. Al momento, conta 40 dipendenti ma nel corso dei prossimi due anni arriverà a impiegare più di 150 addetti.

Il processo produttivo è diviso in diverse fasi: le auto arrivano nella nuova sede di Reggio Emilia e vengono sottoposte a oltre 200 test che comprendono perizia di carrozzeria, meccanica e test drive. Se la vettura è idonea passa nelle mani dei meccanici per essere messa a nuovo. Successivamente è tempo di verniciatura e lavaggio, per poi arrivare dai fotografi per lo shooting e la pubblicazione sul sito. Il tutto in un unico luogo.

Ha detto il sindaco Luca Vecchi: “È importantissimo vedere nascere nel reggiano nuove avventure, ambiziose e innovative come questa. Un’azienda che incrocia il digitale e l’automotive, ma che soprattutto porta investimenti da fondi esteri nel nostro territorio, cosa non facile di questi tempi nel sistema industriale del nostro Paese. Tutto questo avviene grazie al coraggio di Francesco e di tutto il team di Brumbrum”.

Ha aggiunto il sottosegretario Manghi: “È bello conoscere nuove realtà nella motor valley. Un’impresa innovativa, che sfida le congiunture continue del mercato dell’industria attraverso la formazione e l’ingegno”. Per ultimo ha preso la parola Fabio Storchi, presidente Unindustria Reggio Emilia: “Brumbrum è una startup con un modello di business innovativo e siamo contenti che un reggiano come Francesco Banfi sia tornato nella sua città di origine per lanciare questo nuovo fantastico stabilimento”.

Dopo quello di Rho, lo stabilimento di Reggio Emilia è il secondo di Brumbrum dedicato alla produzione e riqualificazione di auto usate e km 0. Si inserisce nel piano strategico di sviluppo dell’azienda leader in Italia nella vendita di vetture online.