Reggiolo, evade dai domiciliari per fare colazione al bar

Nei guai un 48enne che era stato arrestato nell'aprile scorso con 3,7 chili di marijuana

REGGIOLO (Reggio Emilia) – Era stato trovato in possesso di 3,7 chili di marijuana e oltre 7mila euro in contanti. Per questo motivo un 48enne residente a Reggiolo lo scorso 16 aprile era stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e poi era stato messo agli arresti domiciliari nell’abitazione di Reggiolo dove vive, con il divieto di comunicare con terze persone e ovviamente di allontanarsi se non dietro autorizzazione del giudice.

Un provvedimento che però non è stato rispettato dal 48enne che mercoledì mattina l’hanno sorpreso all’interno di un bar del paese intento a giocare. Per questo motivo l’ hanno arrestato con l’accusa di evasione. Questa mattina è comparso davanti al Tribunale e, dopo la convalida dell’arresto, è stato nuovamente sottoposto ai domiciliari con l’udienza fissata per il prossimo mese di ottobre.

L’uomo pare proprio fosse un habitué del bar dove, stando alle testimonianze raccolte dai militari, era stato notato spesso a fare colazione. Circostanza queste al vaglio dei carabinieri che potrebbero costare al 48enne l’aggravante della continuazione del reato.