Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Nuova strage negli Usa, almeno nove morti

Tra le vittime anche l'assassino. E' avvenuto a Dayton, in Ohio, nel quartiere della movida notturna, appena 14 ore dopo la strage di El Paso in Texas

Dayton, Ohio (USA) – C’è stata un’altra sparatoria in Usa, appena 14 ore dopo la strage a El Paso, in Texas. Secondo siti web statunitesi un uomo armato ha aperto il fuoco e  diverse persone sono state colpite dagli spari.  Nove morti, tra cui un assassino, e sedici feriti in una sparatoria a Dayton, in Ohio, nel quartiere dei ristoranti, dei locali notturni e delle gallerie d’arte: un posto molto frequentato non solo da locali ma anche da turisti. Un secondo attentatore sarebbe in fuga, secondo alcuni media americani.

Nell’area sono stati dispiegati numerose pattuglie della polizia e investigatori dell’Fbi;  sono in corso ricerche per verificare se davvero in azione vi sia stato anche un secondo attentatore. Ignoto per ora il movente.

L’attentatore, secondo alcuni testimoni, ha fatto fuoco con una “long gun” e ha agito in mezzo alla strada, sparando verso la folla.

“Sono vicino alle vittime degli episodi di violenza che hanno insanguinato il Texas, la California e l’Ohio, negli Stati Uniti, colpendo persone inermi”. Lo ha detto stamane Papa Francesco al termine dell’Angelus, recitando quindi  un’Ave Maria. “Vi invito a unirvi alla mia preghiera per quanti hanno perso la vita, per i feriti e i loro familiari”, ha aggiunto rivolto ai fedeli.