Novellara, deruba i fedeli che pregano nel tempio Sikh

Denunciato per furto aggravato un 60enne di Napoli e residente a Carpi

NOVELLARA (Reggio Emilia) – Approfittando del fatto che i proprietari delle auto prese di mira erano intenti a pregare all’interno del Tempio Sikh di Novellara si e’ infilato nell’abitacolo di due auto in sosta nel parcheggio del Tempio impossessandosi in un caso di un portafoglio contenente documenti personali e denaro contate (200 euro e 300 sterline inglesi) e di un bancomat nell’altro.

Due furti messi a segno entrando dal finestrino di una Mercedes e forzando lo sportello di una Fiat Punto da dove aveva rubato il bancomat. A tradirlo, pero’, sono state le telecamere di una vicina azienda i cui filmati, visionati dai carabinieri di Novellara a cui i derubati hanno fatto denuncia, hanno consentito non solo di immortalare il ladro ma anche di riprendere la targa della macchina con cui era fuggito.

E cosi’, con l’accusa di furto aggravato, i militari hanno denunciato alla Procura di Reggio Emilia un 60enne originario di Napoli e abitante a Carpi. Con le telecamere si e’ visto che, approfittando del fatto che i proprietari dei mezzi, sebbene vicini, si trovavano nel tempio a pregare, si e’ introdotto nelle due auto prendendo portafoglio e bancomat per poi dileguarsi. I militari di Novellara, raccolte le denunce, hanno acquisito i filmati di videosorveglianza di una vicina azienda: cosi’ hanno preso il numero di targa grazie al quale sono risaliti all’uomo denunciato per furto aggravato e continuato.