Mamma-coraggio trova droga in camera del figlio minorenne e lo denuncia

I carabinieri sequestrano mezzo etto di droga in parte già suddivisa in dosi e denunciano il ragazzo. Madre distrutta dal dolore ma decisa a rimetterlo in carreggiata

REGGIO EMILIA – Madre trova droga in camera del figlio minorenne e scopre che spaccia: con il cuore a pezzi, lo denuncia ai carabinieri per rimetterlo in carreggiata.

Probabilmente la donna ha trascorso diverse ore ad arrovellarsi, cercando una soluzione. Vuole il bene di suo figlio: tutto il resto non le interessa, comprese le conseguenze in cui lui stesso è poi incappato. Avrebbe fatto prima a buttare le confezioni di droga che aveva trovato nascoste nella camera del ragazzo ma sapeva che non avrebbe risolto il problema. Era necessario un intervento radicale e così, seppur con il cuore a pezzi, la donna si è fatta coraggio e ha chiamato i carabinieri spiegando dapprima i suoi sospetti per poi condurre i militari nella camera da letto del figlio minorenne dove nascondeva la droga.

I carabinieri della sezione radiomobile di Reggio Emilia, che ieri sera sono intervenuti in una privata abitazione del capoluogo, si sono imbattuti in una donna fortemente provata. L’hanno rassicurata e dopo averla ascoltata hanno proceduto – come peraltro richiesto da lei stessa – alla perquisizione della stanza del ragazzo rinvenendo mezzo etto di marijuana. Una ventina di grammi sono stati trovati all’interno di un barattolo di vetro con chiusura ermetica. La restante parte dello stupefacente  – già diviso in dosi già imbustate, probabilmente pronte a essere cedute a terzi – era nascosta in una scatola di scarpe riposta nella libreria.

I carabinieri hanno proceduto al sequestro penale dello stupefacente, del peso complessivo di mezzo etto. La madre quindi è andata in caserma per le formalità di rito. Qui veniva raggiunta dal figlio, che trovandosi fuori con gli amici, veniva raggiunto al telefono e invitato in caserma dove alla luce di quanto accertato veniva rilasciato con a carico una denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Che il ragazzo stesse attraversando un periodo difficile tanto da essere irascibile e nervoso la madre l’aveva capito quando poi ha trovato lo stupefacente ha compreso che la strada presa dal ragazzo era quella sbagliata da qui la richiesta di aiuto ai carabinieri. Un gesto coraggioso d’amore quello della donna che ha pensato solo al bene del figlio che purtroppo aveva iniziato a percorrere una strada che di certo l’avrebbe visto comunque finire presto nei guai.