Le imprese reggiane hanno “fame” di diplomati

Un'analisi della Camera di commercio mostra che la richiesta di personale con questo livello di istruzione è aumentata nel 2018 del 6%

REGGIO EMILIA – Nella nostra provincia le imprese cercano diplomati. Secondo un’analisi della Camera di commercio, infatti, la richiesta di personale con questo livello di istruzione è aumentata nel 2018 del 6% e, a questi “profili”, è riservato il 35,9% dei nuovi contratti di lavoro previsti dalle aziende nei prossimi mesi.

In aumento anche le ricerche di personale con qualifica professionale che dovrebbe andare a coprire il 32,4% del totale degli inserimenti nel mondo del lavoro.

Il settore maggiormente “affamato” di diplomati è quello dei servizi (con un aumento della domanda del 10%) mentre nell’industria la quota di diplomati ricercati dalle imprese è scesa dal 36,3% al 34,9% e prevale, seppur di poco, quella relativa alle qualifiche professionali (35,5%).

Ci sono però differenze marcate a seconda dei singoli settori. Il picco delle offerte di lavoro che riguardano i diplomati si registra nel campo dei servizi di supporto alle imprese (47,8% del totale). Nell’industria manifatturiera invece è la meccanica a cercare maggiormente chi ha finito le scuole superiori, riservando loro il 38,3% dei contratti.