Comune a caccia di sponsor per manifestazioni 2020

Nel calendario previsto uno spazio alle ex Reggiane e al Malaguzzi

REGGIO EMILIA – L’anno prossimo al centro della scena ci sara’ Parma, che ha conquistato il titolo di capitale italiana della Cultura 2020. Ma anche Reggio Emilia, che con i cugini d’oltre Enza ha stretto un patto per valorizzare le proprie eccellenze, si organizza per l’appuntamento. Il Comune ha infatti emanato un avviso (che scade il 26 agosto) per la ricerca di sponsor interessati a sostenere il calendario di eventi ed iniziative che prenderanno il via gia’ nel corso di quest’anno.

“Reggio Emilia – si legge nel bando – partecipa al progetto Emilia 2020 con l’obiettivo di mettere in valore il sistema culturale integrato e diffuso del territorio locale”, attraverso “un programma articolato in diversi percorsi, che con approccio interdisciplinare declina i valori identitari, le esperienze e le competenze specifiche di Reggio Emilia come parte integrante di un territorio, quello emiliano, accogliente e vitale, ricco di storie vive, culture e opportunita’”.

Nello specifico verra’ tra l’altro dato risalto, con mostre e appuntamenti, alla storia delle Officine Reggiane, alla figura del pedagogista Loris Malaguzzi (di cui nel 2020 ricorre il centenario della nascita) e alla creativita’ giovanile, nel campo della danza e della fotografia.