Castellarano, due condanne per spaccio: arrestato

In manette un 40enne che deve scontare ancora due anni e quatro mesi

CASTELLARANO (Reggio Emilia) – Avevano messo in piedi un business parallelo che probabilmente, in tempo di crisi, riusciva a fruttare meglio del locale stesso. Ma i proprietari di un ristorante del distretto ceramico erano stati arrestati: nel locale detenevano ai fini di spaccio dosi di cocaina che venivano fornite direttamente ai clienti.

Per questi fatti, accertati nel febbraio del 2015, erano stati arrestati marito e moglie per concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Quindi l’iter processuale con la condanna dell’uomo a oltre tre anni di carcere emessa a cura del tribunale di Modena. La condanna in questione, in parte espiata, e’ stata poi cumulata con un’altra analoga per spaccio per fatti del 2012.

I periodi rimanenti da espiare delle due condanne ha visto quindi l’ufficio esecuzioni penali emettere un ordine di carcerazione di pene concorrenti: per le due condanne c’e’ una rimanenza di pena di due anni, quattro mesi e 17 giorni di reclusione.

Il provvedimento e’ ora stato quindi trasmesso ai carabinieri di Castellarano dove l’uomo, un 40enne, vive. I militari, come informa una nota dei Carabinieri, hanno dato esecuzione al provvedimento, arrestando l’uomo.