Villa Verde, arriva la terza risonanza magnetica foto

La Casa di cura polispecialistica reggiana amplia il servizio di diagnostica per Immagini investendo in tecnologia e migliorando i servizi per l’utenza

REGGIO EMILIA – Una nuova risonanza magnetica affianca le due apparecchiature diagnostiche già in funzione e va ad arricchire l’ampia strumentazione di cui è dotato il Servizio di Diagnostica per Immagini della Casa di Cura polispecialistica Villa Verde di Reggio Emilia, convenzionata con il Servizio sanitario nazionale.

L’equipe, guidata dal dottor Mauro Marchetti, da oggi mette a disposizione di utenti e pazienti un ulteriore apparecchio di nuova generazione, da 1,5 Tesla, completamente digitalizzato.

“Questo apparecchio non invasivo permette di visualizzare con estrema precisione sistema nervoso, scheletro, articolazioni e organi interni senza l’utilizzo di radiazioni e con una qualità di immagini significativamente migliore, aprendo di fatto nuovi orizzonti di applicazione clinica a organi e apparati prima difficilmente valutabili” ha spiegato il responsabile del servizio dottor Mauro Marchetti.

“Sono molti quindi i vantaggi della nuova apparecchiatura che alla elevata qualità diagnostica unisce un miglior comfort per i pazienti, i quali potranno anche avvalersi di un’equipe di medici radiologici con competenze specifiche” ha evidenziato il dottor Marchetti.

La nuova risonanza è dotata inoltre di una sofisticata tecnologia, Silent Scan, in grado di eliminare quasi totalmente la rumorosità in alcuni tipi di esame, come ad esempio l’encefalo.

“Questo ulteriore investimento si inserisce nel più generale processo di ammodernamento, di innovazione tecnologica e di potenziamento dei servizi, che culminerà il prossimo settembre con la presentazione delle nuove sale operatorie – ha sottolineato il presidente, dottor Fabrizio Franzini – una scelta condivisa con l’Azienda Unità Sanitaria Locale con cui, negli anni, è stata costruita una solida collaborazione volta a completare la gamma dei servizi offerti dal sistema sanitario locale, a rispondere in modo adeguato alle esigenze dei cittadini e a ridurre i tempi di erogazione delle prestazioni”.

Breve profilo
La Casa di Cura polispecialistica Villa Verde, accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale, appartenete alla Rete Ospedaliera Qualità e Salute e nominata nel 2018 Presidio Ospedaliero, ha iniziato l’attività nel 1957 con l’obiettivo di offrire una vasta gamma di prestazioni sanitarie e diagnostiche in forma convenzionata e con elevati livelli di qualità.

Oggi la Casa di Cura privata polispecialistica Villa Verde si avvale della collaborazione di circa 150 dipendenti, con una prevalenza di figure infermieristiche e tecnico-sanitarie, e di circa un centinaio di medici liberi professionisti, che coordinano 31 equipe, tra cui spiccano nomi di prestigio, noti per le elevate competenze e specializzazioni.

Nel 2018 ha registrato oltre 4000 ricoveri suddivisi nei diversi reparti di chirurgia generale e vascolare, oculistica, ortopedia e traumatologia, ostetricia e ginecologia e urologia. Il Reparto di Medicina Lungodegenza, recentemente rinnovato, ha ospitato nel corso dell’anno passato oltre 900 pazienti per un totale di 20.133 giornate di degenza.

La Casa di Cura offre inoltre una vasta gamma di servizi ambulatoriali e diagnostici, tra i quali diagnostica per immagini (quasi 50.000 esami nel 2018, tra risonanza magnetica, TAC, radiologia tradizionale ecografie e mammografie), endoscopia (circa 1.700 tra gastroscopie e colonscopie), cardiologia (oltre 13.000 prestazioni diagnostiche strumentali cui si aggiungono circa 4.400 prestazioni rese a pazienti ricoverati o in fase preoperatoria), medicina di laboratorio (con 15.600 accessi), fisioterapia (circa 700 pazienti in cura sia per la riabilitazione post-intervento che per trattamenti ambulatoriali di esterni), per un totale, nel solo 2018, di oltre 46.000 visite specialistiche ed esami nelle varie aree.