Ubriaco alla guida di un Tir rischia di provocare gravi incidenti

E’ successo a Guastalla sulla variante. Sequestrato il mezzo e denunciato 40enne lituano, ritirata la patente

GUASTALLA (Reggio Emilia) – Ubriaco alla guida di una bisarca ha rischiato di provocare gravi incidenti con una condotta di guida “allegra” che ha attirato l’attenzione di una pattuglia della Polizia locale dell’Unione dei Comuni della Bassa Reggiana che alle 7.30 del mattino presidiava la variante a Guastalla, proprio al fine di prevenire stradali. 

Una volta riusciti a fermare il grosso veicolo, gli agenti hanno capito subito di trovarsi di fronte ad un soggetto in preda ai fumi dell’alcol. Per questo motivo lo hanno sottoposto immediatamente all’esame dell’alcoltest che ha dato esito positivo, riscontrando una concentrazione di alcol nel sangue pari a1,10 gr/l.  Un tasso alcolemico più che doppio rispetto al consentito per i normali automobilisti, ma che ha messo ancor più nei guai il malcapitato in quanto in qualità di “conducente professionale” aveva  l’obbligo di mettersi alla guida con tasso pari a zero.

L’autista del tir, un lituano 40enne, e stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e la patente gli è stata ritirata in attesa del provvedimento di sospensione da parte del prefetto di Reggio Emilia. Rischia un ammenda fino a 4500 euro e fino a 9 mesi di carcere, oltre alla sospensione della patente fino a 18 mesi. Il grosso veicolo, anch’esso con targa straniera, che doveva recarsi nel parmense a caricare delle auto è stato sottoposto a fermo. 

Ma quello che è importante è l’essere riusciti a fermare il veicolo in tempo, prima che potesse mettere a repentaglio la vita degli altri ignari automobilisti che a quell’ora percorrono la variante per raggiungere il posto di lavoro.