Rifiuti, 100 trattori in corteo contro il biogas

Sabato nuova manifestazione dei comitati che invaderanno la circonvallazione per protestare contro l'impianto di Gavassa

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Circa cento trattori invaderanno sabato prossimo la circonvallazione di Reggio Emilia. E’ la nuova iniziativa del coordinamento provinciale dei comitati “Salute e ambiente” contro il progetto dell’impianto di Iren per la produzione di biogas dai rifiuti di Gavassa.

L’annuncio questa mattina in un presidio delle associazioni davanti alla sede della Provincia, dove l’iter dell’opera prosegue in sede di Conferenza dei servizi. “Avevamo chiesto di partecipare alla Conferenza, ma ci e’ stato negato. Adesso chiediamo almeno di poter avere i verbali”, spiega Alessandro Filippini del comitato di Gavassa.

“La manifestazione di sabato – aggiunge- poteva benissimo essere evitata se il tavolo con i sindaci che era stato avviato, anche se non ufficiale, fosse proseguito”.
La protesta comunque “sara’ assolutamente pacifica, con il corteo dei trattori in circonvallazione e un mezzo simbolico che arrivera’ in piazza della Vittoria”, dice Filippini.

A non convincere i comitati e’ non solo il dimensionamento dell’impianto (che accogliera’ 167.000 tonnellate di rifiuti organici da Reggio Emilia Parma e Piacenza con 280 passaggi di mezzi pesanti giornalieri), ma anche la tecnologia anaerobica utilizzata “poiche’ la stessa Iren ammette che il digestato che esce da questi impianti non puo’ essere sparso sui terreni del parmigiano reggiano, come sottolineato anche in una delibera del 2011 della Regione”.

Non “diciamo solo di no- conclude Filippini- pensiamo che la gestione dei rifiuti vada fatta in maniera differente e abbiamo presentato delle proposte alternative”. Prima di tutto quella della trasformazione dei rifiuti organici in compost (con tecnologia aerobica) per i campi coltivati.

Più informazioni su