Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Migranti, due barconi affondano al largo della Libia: 150 morti

Lo ha reso noto l'Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati. Altrettanti migranti sarebbero stati salvati e riportati indietro sulle coste del paese nordafricano

REGGIO EMILIA – Sono due i barconi affondati davanti alle coste libiche: lo riferisce il portavoce della Guardia costiera libica, Ayoub Gassim. Le due imbarcazioni, con circa 300 persone stimate a bordo, si sono capovolte nelle acque davanti a Khoms, circa 120 km a est della capitale Tripoli. Circa 137 migranti sono stati recuperati e riportati in Libia. “Stimiamo possano essere 150 i migranti affogati e morti”, conferma un portavoce dell’Unhcr, Charlie Yaxley.

Il barcone era partito da Al Khoms, circa 120 chilometri a est di Tripoli. A bordo, secondo i primi racconti dei sopravvissuti, c’erano circa 300 persone, ma non è ancora chiaro se nel naufragio siano rimasti coinvolte due imbarcazioni o una sola. I superstiti sono stati soccorsi da un pescatore e poi restituiti alla guardia costiera.