Luzzara, ricordato il sacrificio del brigadiere Iscaro foto

Oggi la cerimonia alla presenza del comandante della Legione carabinieri Emilia Romagna, il generale di Brigata Claudio Domizzi

LUZZARA (Reggio Emilia) – Si è svolta oggi la commemorazione per il 21° anniversario della morte del brigadiere capo Pasquale Iscaro, deceduto il 28 luglio 1998 a Luzzara nel corso di un conflitto a fuoco con alcuni rapinatori.

Alla cerimonia, oltre ad Angelo Iscaro, figlio del militare decorato con la medaglia d’oro, al comandante della Legione carabinieri Emilia Romagna, il generale di Brigata Claudio Domizzi, al tenente colonnello Alessandro Dimichino accompagnato dagli altri ufficiali della provincia, alle autorità civili ed ai rappresentanti dell’Associazione nazionale dei carabinieri, non è voluto mancare nemmeno il prefetto di Reggio Emilia Maria Forte che, assieme ad Angelo Iscaro ed al vice sindaco di Luzzara Elisabetta Sottili, ha dato inizio alla cerimonia con la deposizione di una corona ai piedi della lapide commemorativa.

Presente anche l’appuntato scelto Umberto Cioccia, medaglia di bronzo al Valor Militare, ossia il militare che insieme al brigadiere capo Iscaro affrontò i rapinatori. Alla presenza di numerosi cittadini, vi è stato l’intervento dello stesso vice sindaco di Luzzara, prima della messa in suffragio al decorato nella Chiesa di San Giorgio. Al termine della funzione il lungo intervento del generale Domizzi che, riprendendo le intenzioni del vice sindaco e del cappellano militare don Giuseppe Grigolon che ha officiato la messa, ha ripetutamente ricordato anche il vice brigadiere Mario Cerciello Rega, tragicamente assassinato ieri a Roma.