Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Cinema, è morto Rutger Hauer: il replicante Roy di Blade Runner

L'attore di Blade Runner scompare a 75 anni

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – E’ morto a 75 anni Rutger Hauer, l’attore olandese che divenne popolare in tutto il mondo per il suo ruolo in Blade Runner di Ridley Scott accanto ad Harrison Ford. Lo ha reso noto il suo agente ad esequie avvenute.

“Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi: navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia. È tempo di morire”.

Con quel monologo in Blade Runner l’attore è entrato nella storia del cinema e con quel monologo oggi viene ricordato sui social. Nei tanti aneddoti che accompagnano quel film straordinario si dice anche che Hauer, che l’attore avesse suggerito a Ridley Scott come girare la scena, con la colomba bianca in mano, e avesse anche improvvisato alcune frasi del monologo.

Il film, girato nel 1982, è ambientato nel 2019 per cui si può dire che l’attore è morto nell’anno in cui il suo personaggio più iconico moriva nella finzione cinematografica.

Ma Rutger Hauer va ricordato anche per il ruolo dell’ex capitano della guardia Etienne Navarre in Ladyhawke accanto a Michelle Pfeiffer e per The Hitcher – La lunga strada della paura, film del 1985 di Robert Harmon, in cui interpreta un feroce killer.

E poi il premio come miglior attore al Seattle Film Festival per La leggenda del Santo Bevitore di Ermanno Olmi, film vincitore del Leone d’Oro 1988 a Venezia.

Più informazioni su