Vecchi: “Inizio mandato con le nuove piazze” foto

Il sindaco: "Presto gli stati generali su economia e ambiente"

REGGIO EMILIA – Per prima cosa l’inaugurazione delle due nuove piazze – Gioberti e del Cristo – sui cui progetti si e’ giocata parte della battaglia elettorale. Poi la variazione del bilancio di luglio e, in autunno, due riunioni degli “Stati generali” della citta’, per fare il punto sulle politiche economiche ed ambientali. Sono le prime iniziative a cui Luca Vecchi, proclamato oggi in sala del Tricolore sindaco di Reggio Emilia per la seconda volta, assegna priorita’ nel suo inizio di mandato, dopo aver completato le nomine della giunta.

“Da un lato prosegue una storia, dall’altro inizia un nuovo percorso che ci accompagnera’ nei prossimi cinque anni che deve tradurre con assoluta coerenza gli indirizzi programmatici che sono stati presentati agli elettori e che i cittadini hanno sostenuto in modo netto e inequivocabile. Per cui da domani saremo al lavoro per il futuro della citta’”, annuncia Vecchi.

“Nei prossimi cinque anni – prosegue – la citta’ dovra’ completare progetti importanti nel campo dell’Universita’, dell’economia e del lavoro, della sanita’ e delle infrastrutture. Mi auguro e voglio pensare che il confronto e la discussione politica possa configurarsi in modo adeguato, ma con una grande attenzione al bene comune e alle priorita’ strategiche della citta’”.

In dettaglio, “in primo luogo entro fine anno al massimo inizio dell’anno nuovo sara’ fondamentale attraverso le organizzazioni di rappresentanza economiche e sindacali e le principali istituzioni arrivare ad un grande momento di confronto generale sulla citta’ per focalizzare le priorita’ che dovranno orientare il lavoro futuro”. E anche sulle questioni ambientali ed ecologiche “completato l’insediamento della giunta avvieremo subito un momento dialogo e partecipazione”, fa sapere il sindaco.

Punto fermo il dialogo con la citta’ e le esperienze di partecipazione civica, poi sfociate in liste che hanno sostenuto la vittoria del sindaco. “Questa e’ una citta’ che chiede di essere ascoltata e chiede di partecipare, la nostra amministrazione ha investito molto sul protagonismo civico e ripartiremo dalle tantisime esperienze di partecipazione avviate nei quartieri della citta’, compreso il centro storico, dove riprenderemo il filo di un dialogo proficuo con i commercianti”. A questo proposito, “so che ci sono stati mesi difficili con tanti cantieri, ma adesso siamo qui per lavorare insieme”.