Trofeo Alessandro Serra: vince la Reggio Audace

Grande festa in occasione del torneo organizzato dallo Sporting Sant’Ilario per le squadre Esordienti 2007. Il direttore generale Max Spocchi: “Credo fortemente in queste iniziative, indispensabili per garantire la coesione sociale”.

S. ILARIO (Reggio Emilia) – Mercoledì Primo maggio, presso lo Stadio Comunale di Sant’Ilario, si è disputato il 13° Torneo “Alessandro Serra”, organizzato dallo Sporting Club Sant’Ilario e dedicato ad Alessandro Serra, giovane del paese scomparso nel 2006 in un tragico incidente stradale. Ragazzo solare che amavo lo sport, una persona che ha lasciato ricordi indelebili in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo.

Il torneo, dedicato alla categoria Esordienti 2007, ha visto la partecipazione di Reggio Audace, Roteglia, Felino, Audace Parma e Campagnola oltre alla compagine ospitante.
La manifestazione sportiva è stata ulteriormente impreziosita dallo splendido e nuovissimo manto erboso del Comunale, struttura di immenso valore che ha conferito ulteriore prestigio al trofeo. A trionfare sono stati i ragazzi della Reggio Audace che hanno superato in finale i coetanei dello Sporting in una gara di ottimo livello.

Riconoscimento importante per Elia Pucciarelli, gioiellino dello Sporting, che ha conquistato il premio di miglior calciatore della manifestazione, una bella giornata per il giovane Elia, giornata che sicuramente ricorderà per molto tempo. Ad impreziosire la splendida iniziativa sportiva ci ha pensato anche la straordinaria cornice di pubblico che ha riempito gli spalti del Comunale. Il modo migliore per ricordare un ragazzo che ha sempre creduto e incarnato i valori di chi ama questo sport, una passione da praticare con amore e con spirito di sacrificio.

Così Max Spocchi, direttore generale del Sant’Ilario: “Credo fortemente in queste iniziative, indispensabili per garantire la coesione sociale e l’evolversi della nostra scuola calcio. Ringrazio tutti i dirigenti dello Sporting, tutti i volontari e tutte le famiglie dei ragazzi. Inoltre vorrei ringraziare le società sportive che hanno voluto vivere questi momenti con noi, grazie a tutti”.

L’ex calciatore professionista ha aggiunto: “Ricordare Alessandro è sempre molto toccante, il suo ricordo è vivo nelle nostre menti”. Spocchi, che in passato ha anche allenato Fidenza e Colorno, ha concluso dicendo: “A Sant’Ilario stiamo costruendo una Scuola Calcio importante, una Scuola calcio capace di coinvolgere le famiglie, di comunicare valori importanti. Colgo l’occasione per ringraziare i nostri sostenitori e gli amici che ci aiutano nella gestione quotidiana del club”.

Sempre in prima linea Debora, la mamma del mai dimenticato Alessandro. Queste le sue parole a conclusione del torneo: “Una bellissima manifestazione, dedicata alla memoria di mio figlio che amava questo sport e che ha sempre onorato i valori di questa disciplina. Ringrazio l’Amministrazione comunale, ringrazio il Sant’Ilario e tutti gli amici e i volontari che non sono voluti mancare a questa edizione del torneo. Grazie di cuore anche a Max Spocchi e a suo figlio Cristopher, il loro impegno è esemplare”.