Torna la Notte blu di Iren all’impianto idrico Reggio Est

Giovedì 27 giugno il tradizionale appuntamento con l'acqua “a porte aperte” per i cittadini è inserito negli appuntamenti di REstate

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Giovedì 27 giugno ritorna l’appuntamento con la sesta edizione della “Notte Blu”, nella centrale Idrica Reggio Est di Iren di via Einstein che aprirà le proprie porte. I cittadini potranno così vedere di persona uno degli impianti che gestiscono quotidianamente il sistema idropotabile di Reggio Emilia: lo scorso anno furono oltre 2.000 i partecipanti.

L’evento, che anche quest’anno fa parte degli appuntamenti di REstate, prenderà il via dalle 17 e l’impianto, che costituisce una struttura all’avanguardia a livello nazionale, rimarrà aperto sino alla mezzanotte, consentendo a chi lo desidera di visitare tutta la Centrale Idrica di Iren e gestita da IReti.

Sarà possibile accedere alle Vasche contenenti sino a 10 milioni di litri d’acqua potabile, ai locali tecnici, oltre che al Museo dell’Acqua, dotato di 190 pezzi unici che raccontano la storia degli acquedotti reggiani. Inoltre, nel pomeriggio, vi saranno anche momenti di animazione e, durante la serata, un intrattenimento musicale. Presenterà l’evento il noto presentatore televisivo Andrea Barbi.

Programma
Dalle 17 apertura al pubblico della Centrale Idrica con possibilità di: visita al Museo dell’Acqua, ai locali tecnici e alle grandi vasche interrate (senza prenotazione) – salita alla Torre Serbatoio (previa prenotazione*), intrattenimento per tutti a cura di Andrea Barbi con dj set. Dalle 19 degustazioni con punti ristoro nel perimetro della centrale.

Dalle 21.30 spettacolo condotto da Andrea Barbi con Concerto della band “Prodotto Italiano”, eccezionalmente formata da dipendenti-artisti del Gruppo Iren, ed intrattenimento con il mago/illusionista Federico Fontanili. La Torre Serbatoio sarà illuminata tradizionalmente di blu e farà da scenario alla serata.

Per coloro che lo vorranno, sarà anche possibile prenotare, utilizzando la mail notteblu@gruppoiren.it, la salita degli oltre 300 gradini alla Torre Serbatoio, che, con i suoi 55 metri, rappresenta il punto più alto della Città. Lo scorso anno furono oltre 500 i cittadini che si iscrissero per poter accedere al pensile.

Per motivi organizzativi e di sicurezza, le sole ascese alla Torre Serbatoio, che prevedono accessi ogni 30 minuti a partire dalle 17 e per un numero massimo di 30 persone alla volta, saranno possibili esclusivamente previa prenotazione e sino ad esaurimento dei posti, sulla base della priorità determinata dalla data di iscrizione che, comunque, dovrà avvenire non oltre le 12 di lunedì 24 giugno.

Più informazioni su