Ricercato in tutta Italia per violenza sessuale: arrestato a Scandiano

Un nigeriano 30enne è finito in manette dopo che la sua presenza sospetta era stata segnalata da alcuni cittadini della frazione di Cacciola

SCANDIANO (Reggio Emilia) – Un nigeriano 30enne, ricercato in tutta Italia per una violenza sessuale commessa a Roma nel maggio del 2018, è stato arrestato domenica pomeriggio dai carabinieri di Albinea nella frazione di Cacciola a Scandiano. Alcuni cittadini avevano segnalato la presenza di un uomo sospetto che, da qualche ora, girovagava per i campi e i carabinieri, nel corso di un pattugliamento, hanno notato la presenza dell’uomo segnalato che è stato fermato e sottoposto a controlli.

L’uomo il 17 maggio dello scorso anno era stato arrestato a Roma per il reato di violenza sessuale. Il 15 novembre successivo era stato scarcerato per decorrenza dei termini di custodia cautelare e sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, dai carabinieri della stazione di Venezia a Marghera dove il 30enne aveva eletto il suo domicilio. Un provvedimento cautelare che il 30enne nigeriano aveva più volte violato tanto che il GIP del tribunale di Roma aveva revocato il provvedimento, sostituendolo con la custodia cautelare in carcere che non veniva eseguita perché il nigeriano si era reso irreperibile.

L’altro pomeriggio la fine delle ricerche del nigeriano a Cacciola di Scandiano.