Quantcast

PB Servizi srl, tra banche e tribunali con la divisa di Erreà Sport

Gianluca Picariello, titolare: “Sono orgoglioso di vestire Erreà, un’azienda seria che stimo da sempre. Per la mia azienda voglio solo il meglio”

REGGIO EMILIA – Continua imperterrita la campagna di Erreà Sport dedicata alle aziende del territorio emiliano. L’ultima impresa che ha deciso di vestire Erreà è la PB Servizi srl, la storica società di logistica documentale, di proprietà della famiglia Picariello.

Ed è proprio Gianluca Picariello, titolare dell’impresa, che esprime il grande entusiasmo per la decisione: “Ho scelto Erreà per diversi motivi, uno su tutti la grande fiducia che ho in questa straordinaria azienda. Negli ultimi anni li ho guardati crescere sempre di più, fino a diventare una vera e propria potenza del settore e penso sinceramente che si siano meritati tutto il successo ottenuto”.

Un’azienda solida, che ha dimostrato grande forza di innovazione e professionalità. “La qualità dei materiali è stato un altro dei motivi per cui mi sono avvicinato a questa realtà: i miei dipendenti lavorano a contatto con banche, tribunali, edifici comunali… Per me è importante che siano sportivi ma eleganti, con divise esteticamente belle e professionali. Per questo ho scelto subito Erreà, senza guardarmi indietro!” continua Gianluca.

È infatti la qualità del tessuto utilizzato da Erreà che distingue i suoi prodotti, che ha ottenuto la certificazione Oeko Tex Standard 100, un attestato che pone limiti rigorosi per quanto riguarda le sostanze nocive e garantisce quindi un alto livello di sicurezza. Una scelta vincente, sempre e comunque.

Chi è PB Servizi srl?
Con sede a Corcagnano in provincia di Parma, da oltre 25 anni PB Servizi srl si distingue nel settore della logistica documentale. Fondata nel 1991 da Alfredo Picariello, l’azienda è cresciuta negli anni, dimostrando grande resilienza e attitudine all’innovazione. Nel 2010 avviene il definitivo passaggio generazionale sotto la guida del figlio Gianluca. L’azienda lavora principalmente con banche, tribunali e uffici, con una media di 300mila faldoni di documenti lavorati all’anno.