Montecchio, si schiantano dopo un folle inseguimento con i carabinieri

Recuperata auto rubata con “kit banda ville”. I malviventi, feriti, sono fuggiti a piedi. I militari hanno inviato al Ris le tracce di sangue dei ladri che ora potrebbero essere identificati

MONTECCHIO (Reggio Emilia) – Si schiantano dopo un folle inseguimento con i carabinieri: recuperata auto rubata con il classico kit della “banda delle ville”. I malviventi feriti sono riusciti a fuggire a piedi. I carabinieri di San Polo hanno recuperato l’auto rubata e gli attrezzi scasso. Hanno poi repertato il sangue dei ladri che ora potrebbero essere identificati.

E’ successo stanotte, verso l’una, quando una pattuglia della stazione di San Polo ha intercettato in via Val d’Enza, a Canossa, una Bmw 320D con a bordo tre persone sospette. La pattuglia, dopo avere azionato i dispositivi di segnalazione luminosa ed acustica di emergenza, ha intimato l’alt per un controllo, ma il conducente della Bmw ha accelerato dando vita a un inseguimento a folle velocità che si è concluso alle porte di Montecchio dove i malviventi, vistisi la strada sbarrata da una pattuglia della stazione locale, hanno perso il controllo del mezzo che è finito fuori strada, ribaltandosi nei campi.

Nonostante il violento impatto i tre, nonostante fossero feriti, sono riusciti a uscire dal mezzo, che era stato rubato a S. Ilario, fuggendo a piedi. I militari sull’auto, rubata a S. Ilario nella notte fra il 27 e il 28 maggio scorso durante un furto in abitazione, hanno trovato strumenti da scasso (mazza da muratore, piede di porco e palanchino). Sulla macchina sono state rilevate e repertate le tracce ematiche che verranno inviate al Reparto Investigazioni Scientifiche Carabinieri di Parma per le indagini di laboratorio al fine di estrapolarne il Dna e quindi identificare i malviventi.