Espulso per ben 13 volte torna sempre nel Reggiano: albanese arrestato

Il 24 maggio scorso il 13° rimpatrio con volo da Malpensa per l’Albania, ma il 36enne è tornato in Italia ed è finito di nuovo in manette

S. ILARIO (Reggio Emilia) – E’ stato espulso per ben tredici volte, ma torna sempre nel Reggiano. Un albanese di 36 anni, Emiliano Fejzo, con precedenti per reati contro il patrimonio, è così amante del nostro territorio che, nonostante sia stato mandato via (l’ultima volta con volo da Malpensa per il suo paese il 23 maggio scorso) per ben tredici volte, è sempre voluto ritornare.

Ora è stato sottoposto all’obbligo di firma presso la stazione di S. Ilario in attesa dell’ulteriore provvedimento di espulsione. Nel frattempo Emiliano ha collezionato la bellezza di 13 decreti di espulsione emessi dai Prefetti di Reggio Emilia, Bologna, Treviso, undici dei quali eseguiti con accompagnamento coattivo alla frontiera.

Il 23 maggio scorso, uscito dal carcere di via Settembrini, dopo aver scontato una pena di 8 mesi di reclusione per il reato di reingresso clandestino sul territorio nazionale, era stato portato a Malpensa, perché destinatario di un altro provvedimento di espulsione del prefetto di Reggio Emilia e portato in Albania.

Dopo due settimane è tornato a S. Ilario. Qui i carabinieri del paese, mercoledì mattina, l’hanno fermato lungo via Bruno Ferrari e lo hanno arrestato. Il 5 giugno dopo la convalida dell’arresto è stato sottoposto all’obbligo di firma presso la stazione di S. Ilario in attesa dell’ulteriore provvedimento di espulsione che verrà a lui nuovamente comminato dal prefetto di Reggio Emilia.