Elezioni, il Pd impallina i post Facebook di Salati

I Dem: "Manca indicazione di natura politica e di chi li finanzia". Il candidato del centrodestra: "Una svista, ora rimedio: citerò i finanziatori"

REGGIO EMILIA – Nella campagna elettorale per il ballottaggio a Reggio Emilia irrompe una nuova polemica. Questa volta e’ il Partito democratico “per Luca Vecchi sindaco” ad andare all’attacco, contestando opacita’ nei post su Facebook diffusi dal candidato Roberto Salati, sostenuto da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia.

“Alcuni post sponsorizzati su Facebook del candidato leghista Roberto Salati – dice il Pd – non riportano la dicitura ‘inserzione relativa a contenuti di natura politica’ e ‘finanziato da’, quelli del nostro candidato sindaco Luca Vecchi si’ (come finanziatore e’ indicato il comitato elettorale Luca Vecchi 2024, ndr)”.

Dunque, prosegue il Pd, “Ci chiediamo la ragione. Disattenzione o mancanza di trasparenza? Riteniamo che al di la’ dell’errore formale, se di errore si puo’ parlare, sarebbe importante conoscere chi finanzia queste attivita’ di comunicazione”.

Sui “banner” di Facebook di Roberto Salati, in cui il Partito democratico contesta di non aver indicato da chi sono finanziati, “puo’ esserci stata una svista”. Lo ammette lo stesso candidato a sindaco di Reggio Emilia che il 9 giugno sfidera’ il primo cittadino uscente Luca Vecchi sostenuto dal centrosinistra.

“Quel banner – spiega Salati- l’ho rifatto domenica alle tre di notte perche’ non mi piaceva la grafica”. Puo’ “essere – aggiunge l’ex fotografo reggiano – che mi sia dimenticato la dicitura, rimediero'”.