Ballottaggio, Alleanza Civica: “Non ci apparentiamo, ma votiamo Salati”

I Civici: "Reggio ha bisogno di un cambio di passo. Per questo diciamo ai nostri sostenitori di non votare per il passato". Il M5S ribadisce: "Nessuna indicazione di voto"

REGGIO EMILIA – “Non ci apparenteremo, ma voteremo a favore di Salati”. E’ questa, in sintesi, la posizione di Alleanza civica che emerge da un comunicato stampa inviato ai giornali. La decisione dei Civici, che hanno sostenuto il candidato sindaco Cinzia Rubertelli, era molto attesa. Ieri il deputato della Lega Nord, Gianluca Vinci, aveva fatto uscire un post su Facebook in cui sosteneva che l’accordo era sfumato e che l’alleanza era impossibile.

Invece la decisione definitiva è stata a favore di Salati anche se, come dimostra il comunicato, molto arzigogolato, deve essere stata piuttosto sofferta dato che, dentro Alleanza civica, ci sono persone che, come spesso accade per una lista civica, sono su posizione politiche diverse.

I Civici premettono che avevano “proposto, già molto prima dell’inizio della campagna elettorale, che tutte le forze d’opposizione convergessero sulla costruzione di un unico progetto, con un candidato e un programma condivisi, che fosse alternativo a quello dell’Amministrazione uscente. Peraltro 5 Stelle e Lega, governavano e governano ancora oggi insieme a Roma. Una convergenza, come tutti sanno, che non è stato possibile concretizzare, ieri come oggi, non per nostra volontà”.

E aggiungono: “In vista del ballottaggio non intendiamo chiedere nulla ai competitor in corsa per il 9 giugno. Non ci piacciono contratti di governo improvvisati e di corto respiro, non chiediamo posti, ma solo attenzione e disponibilità al confronto sulla nostra proposta programmatica e alla nostra richiesta di cambiamento. La responsabilità politica di scelte partitiche che impediscono nuovamente al fronte dell’opposizione di presentarsi unito e alternativo, resta in capo ai gruppi dirigenti che li rappresentano”.

E concludono: “Reggio ha bisogno di un cambio di passo, come abbiamo sempre ripetuto. Per questo alla vigilia di un ballottaggio molto difficile diciamo per coerenza ai nostri sostenitori di non votare per il passato. Il mandato dei nostri elettori è quello di rispettare il nostro programma e favorire il cambiamento”.

Cesare Bellentani, consigliere comunale civico uscente, ha espresso la propria opinione a Reggio Sera, a titolo personale: “Forte dei cinque anni passati in consiglio comunale, dopo aver cercato di sostenere la mia lista civica, visto che una convergenza con le altre opposizioni non era possibile e che non siamo arrivati al ballottaggio, ho deciso di appoggiare il cambiamento e votare Salati”.

Il M5S ribadisce: “Nessuna indicazione di voto”
Proprio oggi, insieme al comunicato di Alleanza civica, è arrivata la nota dei Cinque Stelle che ribadiscono che sul ballottaggo non daranno alcuna indicazione di voto. Scrivono i pentastellati: “Nessuna indicazione di voto. Questa è da dieci anni la posizione ufficiale del Movimento 5 Stelle sul tema. I voti sono dei cittadini, che potranno liberalmente scegliere che cosa fare recandosi numerosi alle urne il prossimo 9 giugno. I consiglieri eletti del MoVimento 5 Stelle come opposizione voteranno in Sala del Tricolore le proposte di buon senso indipendentemente da chi le presenta: le buone idee per Reggio non sono né di destra nè di sinistra”.