Brescello, armati di ascia rapinano il supermercato Famila

I due malviventi sono fuggiti su una 500 con un bottino di 10mila euro, ma, grazie alla segnalazione di un cittadino, sono stati fermati e arrestati a Poviglio. Ferito il cassiere

BRESCELLO (Reggio Emilia) – Due malviventi, uno straniero e uno italiano, armati di ascia, sono entrati, verso le 19, nel supermercato Famila di Brescello, rapinando, dopo aver pestato il direttore, una somma di circa 10.000 euro.  La segnalazione giunta alla centrale operativa dei carabinieri, da parte di un cittadino, che aveva visto i due malviventi fuggire dopo la rapina su una 500 ha fatto sì che l’operatore riconducesse quel mezzo ad un’auto rubata poco prima a Castelnovo Sotto.

La nota è stata diramata a tutte le pattuglie in circuito dislocate in maniera tale da impedire possibile la fuga. A San Sisto di Poviglio l’auto è stata recuperata dai carabinieri. I malviventi sono poi stati intercettati e fermati a bordo di un’altra auto “pulita” condotta dalla madre di uno dei due rapinatori. La posizione di quest’ultima è al vaglio in ordine ad eventuali condotte di favoreggiamento o concorso.

I due si trovano ora al comando dei carabinieri di Guastalla. Sotto cure mediche, per fortuna in condizioni non gravi, il direttore picchiato durante le concitate fasi della rapina.