Palomar punta su città per film d’animazione

Entro l'anno l'avvio di due pezzi di produzione con trenta professionisti

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – A meno di due anni dall’apertura di un ufficio al Tecnopolo e con gia’ all’attivo due film girati sul territorio (quello sul pittore Antonio Ligabue in uscita in autunno e una fiction sul dopoguerra di cui sono partite le riprese), la casa cinematografica Palomar avvia un nuovo progetto a Reggio Emilia. Dove, in particolare, saranno delocalizzate “almeno un paio” delle attivita’ di produzione di una nuova serie televisiva animata.

Un settore quello dei film d’animazione nuovo anche per Palomar, che si e’ affidata alla societa’ francese autrice del film “Il piccolo principe” con cui ha stretto una partnership a inizio anno. Il progetto dovrebbe partire entro il 2019. Lo annunciano il presidente e l’amministratore di Palomar, Carlo Degli Esposti e Nicola Serra.

“I prodotti di animazione – spiegano – richiedono diverse fasi di lavoro e un gran numero di personale. Questa e’ una buona notizia per Reggio, perche’ vuol dire l’avvio di nuovi corsi di formazione”. Inizialmente infatti le professionalita’ necessarie saranno reperite all’esterno, ma saranno affiancate da giovani reggiani o emiliano-romagnoli “che entro un anno saranno autonomi e potranno essere inseriti nella struttura produttiva”.

Si parla di circa 30 professionisti. Inoltre, “a tutte le produzioni di Palomar e’ seguito un incremento del turismo nei luoghi dove sono state girate”. Con la nuova iniziativa “diamo continuita’ alle nostre attivita’ a Reggio Emilia, dove abbiamo trovato un ambiente accogliente che non si trova ovunque”, dice Nicola Serra. Un punto sottolineato anche dal sindaco Luca Vecchi che dice: “Palomar offre un’opportunita’ al territorio mettendo le basi per la nascita di un nuovo distretto creativo, che dara’ il suo contributo ad un nuovo modello di sviluppo ed economico della citta’”.

Più informazioni su