Novellara, cerca di investire i carabinieri: arrestato

In manette un marocchino di 26 anni che è fuggito all'alt speronando un'auto dei carabinieri

NOVELLARA (Reggio Emilia) – All’alt cerca di investire i carabinieri e poi sperona un’auto servizio: arrestato. Resistenza a pubblico ufficiale continuata l’accusa mossa a un nordafricano senza fissa dimora dai carabinieri di Novellara. E’ successo ieri sera fra le frazioni Bettolino e Bernolda di Novellara.

I militari stavano per procedere ai rituali controlli dopo averlo fermato intimandogli l’alt di polizia. Il nordafricano, dopo un’apparente inziale collaborazione, è ripartito con l’auto, una Citroen C3, puntando dritto sui i militari che sono riusciti a scansarsi velocemente evitando di essere investiti dall’auto in fuga.

L’uomo ha imboccato contromano via Caldirana di Novellara e ha cercato di speronare un’altra auto dei carabinieri di Novellara, con a bordo il comandante giunto in ausilio ai suoi uomini. Per evitare l’impatto violento il comandante della stazione di Novellara ha sterzato, ma è stato colpito alla fiancata destra. Il nordafricano è poi stato bloccato a qualche chilometro di distanza.

E’ un marocchino di 26 anni, Mounir Essadik, residente a Gattatico ma, di fatto, senza fissa dimora che è stato perquisito e trovato in possesso di oltre 500 euro e un telefono cellulare. E’ stato arrestato. In seguito al tentato investimento un militare è caduto a terra riportando escoriazioni giudicate guaribili in 5 giorni dai sanitari dell’ospedale.

Il 26enne è stato denunciato anche per false indicazioni sulla propria dimora. I carabinieri proporranno nei suoi confronti il foglio di via obbligatorio per tre anni dal comune di Novellara.