Maltratta la mamma disabile e poi tenta di accoltellare il fratello

Lesioni personali aggravate e porto abusivo di armi le accuse mosse a a un 60enne di Poviglio. Il fratello 50enne con una ferita da taglio alla mano ha riportato una prognosi di 13 giorni

POVIGLIO (Reggio Emilia) – Tornata a casa ha visto il fratello 60enne che, ubriaco, stava maltrattando la madre, peraltro disabile. E’ intervenuto in difesa della mamma e ha allontanato il fratello portando la donna a letto per poi discutere animatamente con lui. L’episodio aveva strascichi il giorno dopo.

Il pomeriggio successivo, mentre il 60enne era in cortile, è stato avvicinato dal fratello 50enne che voleva chiarire quel che era accaduto la sera precedente. I due sono passati presto dalle parole ai fatti, con il 60enne che ha estratto un coltello cercando di colpire il fratello che ha evitato il fendente. Tra i due è nata una colluttazione nel corso della quale il fratello ha disarmato il 60enne non senza conseguenze, perché si è procurato un taglio al secondo dito della mano sinistra.

Sul posto sono arrivati i carabinieri di Poviglio che, dopo aver riportato i due fratelli alla calma, hanno sequestrato il coltello, un Taurus lungo 23 centimetri di cui 10 di lama, garantendo i soccorsi al 50enne ferito che è stato giudicato guaribile in 13 giorni per una ferita da taglio al secondo dito della mano destra. Il 60enne è stato denunciato per lesioni personale aggravate e porto abusivo di armi.