Maltempo: allerta per Enza, Crostolo, Secchia e Tresinaro

Chiuso il parco delle Caprette a Reggio dalle 20 di stasera. Attivati i centri operativi comunali. A Scandiano il Tresinaro fa paura: tre zone di Arceto a rischio, sacchi di sabbia sugli argini e notte di allerta

REGGIO EMILIA – Allerta rossa nella pianura emiliana, a Modena, Reggio Emilia, Parma e Bologna. È stata emessa dall’agenzia regionale di Protezione civile, sulla base delle previsioni Arpae, fino alla mezzanotte di domani. L’Emilia-Romagna, segnalano infatti i tecnici, risulta ancora interessata da “un’intensa ondata di maltempo che portera’ piogge consistenti e rovesci temporaleschi sulla pianura da Parma a Bologna” a partire dal pomeriggio di oggi e fino alla mattina di domani.

Ed e’ allerta arancione, invece, per la pianura e la collina di Parma e Piacenza, per i bacini emiliani centrali (Modena, Reggio e Parma) e nella pianura emiliana orientale e la costa ferrarese. Il quadro meteorologico fa prevedere che gia’ dal primo pomeriggio di oggi riprendano le piogge, inizialmente a carattere di rovescio o temporale sul settore appenninico, che si faranno piu’ diffuse durante la serata e la notte, andando ad interessare anche le pianure centro-occidentali.

Le piogge, si continua nell’allerta regionale, continueranno anche nella mattinata di domani con intensita’ localmente elevate, soprattutto sul settore centro-occidentale dell’Emilia-Romagna. Dal pomeriggio di domani tenderanno a spostarsi verso est, attenuandosi a partire dalle pianure occidentali. È prevista un’ulteriore “coda” in serata, ma di intensita’ piu’ ridotta e concentrata sulla Romagna. Per le condizioni di saturazione del suolo, inoltre, non sono da escludere riattivazioni di frane anche di medio-grande estensione sui settori maggiormente interessati dalle piogge.

Scandiano
Il Tresinaro fa paura: tre zone di Arceto a rischio, sacchi di sabbia sugli argini e notte di allerta. A rischio ci sono via San Luigi, via San Gaetano e via Caraffa. A Scandiano sono state chiuse le zone pedonali vicino al torrente e c’è una prealllerta per una eventuale chiusura dei ponti a Iano, Cà de Caroli, Scandiano e la passerella di Pratissolo. Il colmo di piena è atteso per domani.

Chiuso il parco delle Caprette dalle 20 di stasera
In considerazione delle precipitazioni intense previste sul settore appenninico anche della provincia di Reggio Emilia dal tardo pomeriggio di oggi (vedere Allerta rosso della Protezione civile regionale) e di possibili conseguenti fenomeni di piena dei corsi d’acqua, il Comune di Reggio Emilia ha disposto la chiusura precauzionale del parco delle Caprette lungo il torrente Crostolo in città dalle 20 di stasera fino al ritorno delle normali condizioni di sicurezza. Nelle prossime ore, in base alle condizioni del torrente Tresinaro, si valuterà la chiusura del ponte sul corso d’acqua a Corticella di Reggio Emilia. Il Comune consiglia ai cittadini “di non sostare sugli argini e lungo i corsi d’acqua”.

Attivati i centri operativi comunali
Oggi pomeriggio si è tenuta in Prefettura una riunione del Centro Coordinamento Soccorsi, indetta dal Prefetto. I Comuni che saranno monitorati per la criticità sono tutti quelli posizionati in corrispondenza dei fiumi Enza, Tresinaro, Secchia e il Crostolo. Durante il pomeriggio proseguirà il monitoraggio della situazione delle sponde e delle arginature da parte dell’Agenzia Territoriale di Protezione Civile Regionale, di AIPO, dei Vigili del Fuoco e dei Comuni, supportati dal volontariato.
Scrive la prefettura: “Considerato che la Protezione civile potrà dare indicazioni sulla zona a monte in prima serata in relazione alla quantità di precipitazioni, sono attentamente monitorati i ponti e le piste ciclabili allo scopo di poter tempestivamente disporre la chiusura per ragioni di sicurezza. Prosegue, altresì, il monitoraggio nelle zone a valle, che verranno via via interessate dall’ondata di piena, che si pensa possa arrivare nella giornata di domani”.

I sindaci hanno attivato nel pomeriggio di oggi i Centri Operativi Comunali. I sindaci dei Comuni maggiormente interessati dalla preannunciata ondata di piena provvederanno a dare nel pomeriggio adeguata ed immediata comunicazione alla popolazione sui rischi e sui comportamenti da tenere secondo i rispettivi piani di protezione civile. La Provincia di Reggio Emilia manterrà il monitoraggio per il pericolo di eventuali fenomeni idrogeologici.