La Reggio Audace perde 4-2 contro l’Adrense

Ora spazio ai play-off, la data di inizio dipenderà dalla Lega. Per quanto concerne la promozione diretta in Serie C, Modena e Pergolettese saranno chiamate allo spareggio

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – L’ultimo match del campionato termina con una secca sconfitta per 4-2. L’Adrense, sul rettangolo dello stadio comunale “Gino Corioni” di Ospitaletto, cala il poker contro la Reggio Audace FC. Da annotare tra le file granata il debutto di Muro e il ritorno in campo di Rozzio a cinque mesi dall’infortunio. Ora spazio ai play-off, la data di inizio dipenderà dalla Lega. Per quanto concerne la promozione diretta in Serie C, Modena e Pergolettese saranno chiamate allo spareggio. Sguardo alla classifica: Modena 73, Pergolettese 73, Reggio Audace FC 66.

Primo tempo
Sono nove gli “under” schierati da mister Antonioli al cospetto dell’Adrense. La coppia offensiva granata è costituita dai “vecchietti” Ponsat e Zamparo. Tornando al calcio giocato, neppure il tempo di accomodarsi in poltrona che per il tifoso bresciano è già tempo di esultare; cross dalla sinistra per mano di Faini, sponda di Bardelloni e Mozzanica a insaccare al secondo colpo. La Reggio Audace F.C. non sta di certo a guardare, Muro effettua un filtrante per Dammacco il quale, trovatosi a tu per tu con Festa, anziché provare la conclusione a rete serve a Ponsat la palla perfetta per pareggiare i conti.

Al tredicesimo minuto la formazione emiliana è baciata dalla dea bendata, sugli sviluppi di un calcio d’angolo il colpo di testa di Tagliani sbatte contro il legno. I reggiani reclamano a gran voce il calcio di rigore per un presunto colpo di mano commesso da Rossi, l’arbitro non è dello stesso avviso e lascia proseguire l’azione. Capovolgimento di fronte e il direttore di gara assegna alla compagine autoctona il penalty dagli undici metri cogliendo Cozzolino trattenere per la casacca Farimbella. Sul dischetto si presenta Bardelloni, bordata centrale volta a firmare il raddoppio. Gli ospiti hanno la possibilità di riportarsi subito in parità ma Muro, in completa solitudine, calcia in bocca a Festa. L’Adrense preme sull’acceleratore e si invola a sigillare il terzo goal, Farimbella prova la stoccata radente, deviazione involontaria di Palmiero e palla in fondo al sacco.

Secondo tempo
Ad accorciare le distanze provvede Dammacco lesto in spaccata ad anticipare l’uscita del n. 1 di casa su pregevole invito di Ponsat. Nel momento di miglior calcio espresso dalla Reggio Audace F.C. arriva il poker dell’Adrense; Laner, una volta liberatosi dalla stretta morsa in stile “Anaconda” di Palmiero, beffa Rossi. Da plausi scroscianti il rientro sul tappeto verde di Rozzio. Nelle battute finali Bran fa vibrare la traversa. Ora lo spareggio tra Modena e Pergolettese consentirà al tecnico Antonioli di recuperare i pezzi pregiati della rosa in vista dei play-off.

Il tabellino

ADRENSE – REGGIO AUDACE FC: 4 – 2

Marcatori: 1’ Mozzanica (A), 8’ Ponsat (R), 21’ Bardelloni su calcio di rigore (A), 26’ Farimbella (A), 60’ Dammacco (R), 74’ Laner (A).

ADRENSE (3-4-3): Festa; Farimbella, Rossi, Tagliani (dal 46’ Moretti); Mozzanica (dal 69’ Paissoni), Ferrari, Laner, Bardelloni; Faini (dal 43’ Zambelli), Martinez (dal 69’ Lauricella), Gaye (dal 79’ Nolaschi). A disposizione: Ndoj, Fiorentino, Bertoni, Strada. Allenatore: Volpi.

REGGIO AUDACE F.C. (4-3-1-2): Rossi; Cozzolino (dal 78’ Rozzio), Cigagna, Palmiero, Piccinini (dal 69’ Sanat); Muro, Talarico (dal 57’ Bran), Pastore; Dammacco; Zamparo, Ponsat. A disposizione: Venturelli, Gianferrari, Spanò, Cozzari, Bardeggia, Rizzi. Allenatore: Antonioli.

Arbitro: Domenico Marabella sez. di Napoli (Assistenti: Davide Pedroni sez. di Schio, Matteo Paggiola sez. di Legnago).

Note – Ammoniti: Cozzolino, Muro, Zambelli, Nolaschi. Angoli: 6 – 2. Recupero: 1’ pt. – 4’ st.

Più informazioni su