Incidente stradale, muore l’ex presidente Coldiretti Angelo Nazzari

L'81enne è morto nel primo pomeriggio di oggi, a Gussola in provincia di Cremona

REGGIO EMILIA – E’ morto in un incidente stradale, nel primo pomeriggio di oggi, a Gussola in provincia di Cremona, Angelo Nazzari, ex direttore della Coldiretti di Reggio e del consorzio agrario provinciale fra gli anni 80 e duemila. Nazzari, 81 anni, era a bordo di una Alfa Giulia e andava verso Casalmaggiore, il paese dove risiedeva.

Nello scontro sono rimaste coinvolte altre due auto e tre persone sono state ricoverate in ospedale a Cremona. La dinamica dell’incidente è al vaglio dei carabinieri. Nazzari era anche titolare della Nazzari Macchine Agricole. A Reggio è stato per circa 40 anni direttore della Coldiretti Reggio. Ancora da stabilire la data del funerale.

Il ricordo della Coldiretti
“Un collega che ha lasciato la sua impronta nel mondo agricolo reggiano e non solo – commentano i vertici della Coldiretti DI Reggio Emilia Eugenio Torchio, vice delegato confederale, e Assuero Zampini, direttore. La scomparsa di Angelo Nazzari ci rattrista e ci addolora. È stato un attore importante della storia di Coldiretti, sempre in prima linea nelle battaglie sindacali”.

“Sempre presente ad ogni funerale, di soci, dipendenti, amici e conoscenti – ricordano i dipendenti anziani della federazione – perché per lui rappresentava l’ultimo saluto e riconoscimento per la vita vissuta. La sua presenza non era mai formale ma sentita e piena di attenzioni per lo scomparso e la sua famiglia”.

Tutta la struttura e gli ex dipendenti esprimono cordoglio alla famiglia per la scomparsa di Angelo Nazzari che è stato per tutti un direttore che riconosceva la persona prima del ruolo. Lo ricorda anche Giorgio Grenzi, attualmente Presidente dei Senior della Coldiretti nazionale e che ha assunto il ruolo di direttore nel 2003, succedendo a Nazzari alla guida della federazione di Reggio Emilia.

“Lo ricordo prima di tutto come un grande amico – dichiara Grenzi. Amava la sua famiglia e la Coldiretti. In oltre 40 anni di amicizia abbiamo collaborato per il bene degli agricoltori e delle imprese associate, sempre con un confronto sincero e rivolto al miglioramento. Nazzari era una persona che, con la sua ironia, riusciva a pacare gli animi e portare ottimismo tra le persone. I direttori che lo hanno incontrato gli hanno sempre riconosciuto una grande capacità di visione del futuro e lettura delle dinamiche economico sindacali. Lascia anche per questo una grande vuoto”.