Falsi addetti Iren, due furti nel giro di poche ore

Il primo in via Emilia all'Angelo in via Ferretti e il secondo in via Mattioli a Buco del Signore

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Due colpi, nel giro di poche ore, di falsi addetti Iren in città. Il primo alle 9.30 di ieri mattina quando una signora, che abita in via Ferretti (una laterale di via Emilia all’Angelo), è stata avvicinata da un uomo che si è qualificato come un dipendente Iren che, con una scusa, l’ha invitata a farlo entrare in casa. La donna ha accettato e, poco dopo, è arrivato un altro soggetto che, approfittando della porta d’ingresso aperta, è entrato nell’abitazione spacciandosi per un poliziotto in cerca di ladri autori di furti in zona. I due si sono poi allontanati e la donna si è resa conto che mancavano ottocento euro.

Sempre nella stessa mattinata, verso le 11 a Buco del Signore in via Mattioli, dinamica simile. Una donna è stata avvicinata da un uomo che si è qualificato, anche lui, come un dipendente Iren che, con una scusa, l’ha invitata a farlo entrare in casa. Una volta all’interno dell’abitazione l’impostore ha chiamato un suo superiore che è arrivato dopo poco. Quest’ultimo, oltre a false richieste tecniche in merito alla qualità dell’acqua, ha chiesto agli anziani di controllare l’oro e il contante eventualmente conservato avendo saputo di furti in zona.

Quando i due si sono allontanati dall’abitazione i coniugi, insospettiti, sono tornati in camera da letto e hanno visto non c’erano più né soldi, né monili in oro. Su entrambi i casi indaga la squadra mobile della questura.

Più informazioni su