Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Esplosione contro un bus turistico al Cairo, 16 feriti

Paura per una bomba sulla strada nei pressi del Grande museo vicino alle piramidi di Giza. Le persone colpite sarebbero di nazionalità egiziana e sudafricana

REGGIO EMILIA – Al Cairo ci sono stati “diversi feriti per l’esplosione di un ordigno nei pressi del Grande Museo”, quello in costruzione nei pressi delle piramidi di Giza, “al passaggio di un bus turistico”: lo hanno riferito fonti della sicurezza egiziane senza fornire altri dettagli. Sono almeno 16 le persone rimaste ferite. Fonti ufficiali dicono che si è trattato dell’esplosione di un ordigno nascosto lungo la strada.

Sono “dieci egiziani e sette del Sudafrica” i feriti dell’esplosione che ha colpito un bus turistico nei pressi del Grande museo egizio in costruzione a Giza, la zona del Cairo dove sorgono le piramidi: lo scrive un tweet di Al Jazeera citando “fonti della sicurezza egiziane”.

Altre informazioni attendibili in circolazione al Cairo, nel confermare che i turisti stranieri coinvolti sono sudafricani, parlano però di 25 feriti. Immagini rilanciate dal profilo Twitter di un fotografo egiziano mostrano un muretto di cemento distrutto in un tratto di pochi metri e un pullman fermo sul ciglio di una strada con persone che scendono, tra cui una donna che appare ferita.