Elezioni, tutte le spese dei partiti in campagna elettorale

Chi investe di più è il Pd con 45.500 euro. Il centrosinistra ci mette il doppio, 100mila euro, di tutti gli altri sfidanti. E Forza Italia spende meno di Rec sostenuta da Aq16, Potere al Popolo, Rifondazione e Sinistra italiana

REGGIO EMILIA – Tempo di elezioni e di campagne elettorali. Vediamo quanto hanno intenzione di spendere i partiti e le coalizioni in vista delle amministrative del 26 maggio. I preventivi di spesa sono stati tutti depositati all’albo pretorio insieme ai programmi dei partiti.

A farla da leone è il Partito Democratico che ha previsto di investire ben 45.500 euro per fare rieleggere il sindaco Luca Vecchi. Andiamo invece a vedere le liste civiche che sostengono il primo cittadino. Refutura, i moderati con Luca Vecchi, invece, non sono certo moderati con le spese perché hanno previsto di investire ben 22.900 euro. Una cifra che, per una lista di sostegno, è decisamente considerevole se si pensa che il centrodestra, nel suo insieme, per esempio, ha messo in campo solo 18.000 euro.

La lista Reggio E’, leggermente più a sinistra del Pd, che vede esponenti di Mdp come il consigliere comunale uscente Lanfranco De Franco, mette in campo 8.355 euro. Fare, la lista dei quartieri fortemente voluta dall’assessore Valeria Montanari, intende spendere 4.600 euro, mentre gli ambientalisti di Immagina Reggio, dietro cui c’è l’ex deputato Pd e assessore comunale Paolo Gandolfi, vogliono spendere 4.000 euro. Last but not least arriva +Europa che prevede di spendere ben 13.100 euro per questa campagna elettorale. Le forze di centrosinistra, nel loro complesso, mettono in campo una cifra di ben 98.400 euro in queste elezioni.

Vediamo le altre forze politiche che sfidano Luca Vecchi. I Cinque Stelle, che hanno Rossella Ognibene come candidato sindaco prevedono di spendere 14.750 euro, confermando di essere un partito non particolarmente spendaccione in campagna elettorale. Il centrodestra, che sostiene Roberto Salati, vede la Lega investire 15mila euro, Fratelli d’Italia 2.000 euro e Forza Italia appena 1.000 euro (è di 18.000 euro la spesa in totale del centrodestra). Gli Azzurri, con una lista che comprende imprenditori, commercianti e avvocati, spendono perfino meno di Reggio Emilia in Comune. La lista di sinistra che mette insieme Rifondazione, Potere al popolo, Potere operaio, Sinistra italiana e Aq16, ha infatti intenzione di spendere 2.000 euro.

Per ultima c’è Alleanza civica per Reggio Emilia (Progetto Reggio, Grande Reggio e lista Magenta) che candida Cinzia Rubertelli e mette in campo una spesa di 17.500 euro.

Due ultime curiosità, gli sfidanti di Luca Vecchi, tutti insieme mettono insieme una cifra poco superiore a 50mila euro, ovvero solo qualche migliaio di euro in più rispetto a quello che prevede di spendere il solo Pd e la metà rispetto all’investimento complessivo del centrosinistra.  Nel complesso, infine, tutte le forze politiche in campo spenderanno circa 150mila euro.