Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Decreto sicurezza bis, scontro Salvini-Toninelli

Per il ministro delle infrastrutture il provvedimento bis sarebbe stato esaminato dopo le Europee. Ma il vicepremier insiste: "Va in Cdm il 20, è pronto". E' stato inserito nell'ordine del giorno del preconsiglio di domani

REGGIO EMILIA – Nuovo scontro nel governo sul decreto sicurezza. Il ministro delle infratrutture, Toninelli, annuncia che il provvedimento slitta dopo le elezioni. “Abbiamo il decreto crescita alla Camera e lo Sbloccacantieri al senato: è evidente che le camere devono impegnarsi a fare questo. Dopo le elezioni e dopo l’approvazione di questi due decreti fondamentali per il governo valuteremo con serenità, e stando attenti a tutti i livelli del diritto, anche il decreto sicurezza bis”.

Non si fa attendere la replica del vicepremier Matteo Salvini. “Non penso che la lotta alla camorra conosca pause elettorali. E le coperture ci sono”. Il decreto sicurezza bis è “pronto, lunedì va in Consiglio dei ministri” annuncia il ministro dell’Interno. Così il decreto sicurezza bis entra nell’ordine del giorno del preconsiglio dei ministri in programma domani. La convocazione, a quanto si apprende, è stata aggiornata con l’aggiunta del provvedimento voluto da Matteo Salvini. Il provvedimento dovrebbe così entrare nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio dei ministri.